Arriva la nuova docu-fiction che racconta senza censure il rapporto madre-figlio. Si chiama “MammoniChi vuole sposare mio figlio?” e debutterà domani sera su Italia1. Cinque madri cercheranno di “piazzare” i propri figli di età compresa tra i 28 e i 46 anni con la compagna (o il compagno) ideale: organizzeranno prove, incontri, speed-date, ma alla fine saranno i figli a scegliere la persona giusta, decidendo soprattutto se restare ancora a casa con la mamma o “spiccare il volo”.

Il format è originale e difatti è stato, venduto un po’ ovunque in Europa. Ideato dalla Eyeworks, la casa di produzione internazionale che nel proprio catalogo vanta, tra gli altri, “Caiga quien caiga”, il format delle Iene, “Mammoni” ha riscosso un buon successo in Francia e Spagna, dando il via a tutte le riflessioni sociologiche del caso, scatenando i social network e attirando critiche.

In Francia il programma trasmesso da TF1 ha raggiunto nell’ultima puntata una share del 35%, ed è stato molto commentato dai giornali. In Spagna ha rappresentato un caso soprattutto sui social network. Trasmesso da Cuatro, il canale di Mediaset España dedicato ai giovani, ha registrato risultati d’ascolto superiori alla media di rete. Le critiche di sessismo non hanno fatto altro che alimentare l’interesse verso la trasmissione e in rete circolano già indiscrezioni sulla seconda stagione, che potrebbe concentrarsi sulle figlie “zitelle” e il rapporto con i padri.

Categorie: In Televisione Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: