Claudio Bisio saluta Zelig. Ma non solo. Bisio saluta la tutta la tivù e torna al suo primo grande amore, il cinema. Dopo 12 anni alla conduzione del programma di Canale 5, l’attore spiega, in una lunga intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, di ”sentire il bisogno di una pausa, di un arrivederci, ma non e’ certo un addio”.

Bisio aveva già da tempo espresso qualche insofferenza alla conduzione dello show comico di Canale 5 e a una puntata di Tv Talk aveva sottolineato come il programma ‘al di là dei numeri merita una profonda trasformazione‘.

Al programma di Massimo Bernardini, Bisio aggiunse che Zelig era cambiato rispetto alla sua primissima edizione di 12 anni fa. Cominciato in seconda serata nel 1997 su Italia 1 con Bisio ed Antonella Elia, il programma prese poi tre anni di pausa e dal 2000 viene affidata sempre Bisio ala conduzione con l’alternanza di donne al suo fianco, dalla Hunziker, alla Incontrada ed infine alla Cortellesi.

Da troppo tempo Zelig stava ormai andando verso il varietà e aveva perso la sua anima di “cabaret” e pensava già di prendersi una pausa dalla conduzione. Il presentatore milanese è ‘stanco di non poter fare altre cose’ come il teatro, ma ringrazia comunque la tv perché gli ha dato ‘popolarità e un sacco di soldi, ma io sono nato attore e il conduttore ho imparato a farlo, a modo mio. E tre minuti di Zelig, sono giorni di prove. La mia testa alla fine era sempre lì, per almeno sei mesi l’anno. Poi i figli che voglio seguire, poi i film… Il teatro non ci stava‘.

Intanto l’attore interpretera’ sul grande schermo la parte del protagonista ne ‘La gente che sta bene’, il film tratto dal secondo romanzo del di Federico Baccomo. Dopo gli straordinari successi al botteghino di Benvenuti al nord e Benvenuti al sud, Bisio vestirà i panni dell’avvocato Giuseppe Sobreroni, top manager licenziato in tempo di crisi, disposto a tutto pur di ritornare in vetta e non perdere la sua fetta di paradiso.

La regia verrà affidata a Francesco Patierno, classe 1964, che ha già all’attivo tre lungometraggi, Pater familias, Il mattino ha l’oro in bocca, Cose dell’altro mondo. Lo stesso Patierno, insieme a Federico Baccomo e Federico Favot è attualmente al lavoro sulla sceneggiatura del film, prodotto da Madeleine di Carlo Macchitella e da Colorado film di Maurizio Totti. Intervistato da  La Repubblica, così Bisio ha descritto il suo ruolo: “Io sono uno che dalla Milano dei cocktail scende negli inferi, perde il lavoro. L’arrogante che fa ridere…”

Categorie: In Televisione Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: