Doveva essere una giornata di festa invece si è trasformata in una tragedia. Un uomo di 30 anni è morto nel crollo del palco allestito a Toronto per il concerto dei Radiohead. Altre tre persone sono rimaste ferite, una delle quale sarebbe in gravi condizioni. L’incidente è avvenuto un’ora prima dell’apertura dei cancelli del concerto che si sarebbe dovuto tenere ieri a Downsview Park dove erano attese 40 mila persone. L’esibizione è stata cancellata. Il prossimo 30 giugno il gruppo è atteso in Italia a Roma.

In Italia una situazione simile è accaduta ultimamente prima dei concerti di Jovanotti e della Pausini, ma quella degli incidenti sul lavoro nella musica non è una prerogativa italiana. Ci sono infatti diversi precedenti: nell’agosto 2011 a Indianapolis, a causa di forti raffiche di vento era crollato in diretta tv il palco allestito per un concerto di musica country. Il bilancio è stato pesante: cinque morti e numerosi feriti. Nel luglio 2009 la caduta di una gru e il conseguente crollo del palco del concerto di Madonna a Marsiglia causò due vittime. Nel 2007 durante la giornata che vedeva come headliner i Pearl Jam, il parco San Giuliano di Mestre e l’Heineken Jammin Festival vennero colpiti da una tromba d’aria che provocò danni e feriti, oltre all’annullamento di quell’edizione della manifestazione.

Categorie: Costume e società Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: