Ad Alta Moda Roma lo stilista Gianni Molaro sperimenta l’Art-Couture, e porta nella Capitale la “Donne pesce, riccio e anche squalo” .

In mostra quindici opere di Art Couture, dove, come suo stile, arte e moda si fondono in abiti onirici fatti per stupire ancora prima che per indossare.

Sfilano all’Ambasciata di Turchia in Italia, nel sontuoso salone da ballo, tra specchi, affreschi e stucchi dorati di un ottocentesco villino romano, i pesci più sgargianti dei fondali marini.

Gonne a palloncino piene di aculei, tessuti squamati, bustier a conchiglia, code di sirene, pinne argentate. E’ un mondo fluttuante, dove gli abiti hanno l’aspetto di veri e propri pesci con le bocche spalancate dentro cui si nascondono le modelle.

Plissettature di organze e tulle formano le branchie, crinoline impalpabili muovono le code,  lavorazioni di fasce incrociate creano un effetto squama, ricami di cristalli disegnano forme e stravaganze.

I pesci intagliati su basi trasparenti sembrano nuotare nell’acqua e insieme a bianche vele stilizzate, sono il sofisticato dettaglio delle gonne, come anche del velo da sposa.

I ricami prendono le forme di stelle marine, coralli, alghe e conchiglie, impreziosiscono i tessuti e creano effetti di luce, i colori cangianti di barriere coralline e mari tropicali, si mescolano in incredibili gradazioni dal viola al giallo, dal rosso all’azzurro, al rosa.
Le leggere crinoline a coda sono lavorate da sottili nervature o da plissettature di organza per richiamare l’effetto delle bollicine e della schiuma del mare.
Anche i copri spalle asimmetrici hanno sempre la forma di un pesce e i guanti lunghi di raso sono ricamati solo di conchiglie.

Il cappotto squalo è in argento e paillettes nere e sembra voler inghiottire la modella, ma una volta sbottonato, scopre invece nel suo interno una candida sirena vestita solo di conchiglie e sensuali trasparenze .

Il trucco, come sempre per Gianni Molaro, è un divertissement pittorico dove i volti delle modelle sono la tela su cui dipingere.
Le bocche femminili si trasformano in guizzanti pesciolini rossi con tanto di pinne e coda. I lobi delle orecchie si allungano artificialmente e vengono lavorati come orecchini preziosi per un ironico orecchio gioiello.

Una collezione dove gli abiti sono ancora una volta simboli espressivi di un mondo in cui immaginazione e realtà, arte e couture, si combinano in una unica rappresentazione di stile per emozionare e stupire.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 12/13 Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: