Un altro lutto nel rock, si è spento Jon Lord, il mitico tastierista dei Deep Purpel. Si è spento ieri all’eta’ di 71 anni il fondatore e membro dei Deep Purple, grande innovatore dell’organo Hammond di cui è uno dei più grandi esponenti, riuscendo a rendere il suo suono ruggente e adatto al sound Hard Rock.

A portarlo via è stata un’embolia polmonare, sopraggiunta alla London Clinic, dove stava seguendo una terapia per sconfiggere un tumore al pancreas scoperto lo scorso agosto. A dare l’annuncio è stato il suo sito ufficiale, che ha diffuso la notizia con il suggestivo messaggio “Jon passa dalle Tenebre alla Luce”.

Jon Douglas Lord  nascque a Leicester il 9 giugno 1941. Dopo le prime esperienze come pianista jazz in alcune band, si trovò a far parte della “Red Bludd’s Bluesicians”, chiamatasi successivamente “The Art Wood Combo” e quindi The Artwoods quando Art (fratello maggiore di Ronnie Wood) vi prese parte come cantante.

Gli Artwoods incominciarono a suonare senza sosta nei locali e club londinesi, finendo, nel 1966, nella classifica inglese con il singolo ‘I Take What I Want’. Lo stesso anno viene pubblicato l’album Art Gallery.

Successivamente prese parte ai ‘The Flowerpot Men’ dove incontro’ il bassista Nick Simper e quindi il batterista Chris Curtis che lo avvicino’ a Tony Edwards, uomo d’affari e manager. In questo incontro gli venne proposto di formare una nuova band che, verso il 1967, coinvolse anche il chitarrista Ritchie Blackmore, dando così il via al primo nucleo originario dei Deep Purple.

Tra gli autori di alcuni dei maggiori successi della band, come la popolare ed eterna “Smoke On The Water”. Like us on Facebook    Instancabile e talentuoso, Lord aveva fondato un’etichetta di musica classica e si esibì a un concerto per celebrare il 30esimo anniversario del Concerto for Group and Orchestra, un brano che, raccontò in un’intervista, gli aveva cambiato la vita.

L’anno scorso, dopo la notizia del cancro, aveva scritto ai suoi fan sul suo sito che avrebbe continuato a scrivere perché la musica fosse la sua terapia.

Categorie: Costume e società.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: