Appuntamento per gli appassionati di vintage per la terza edizione del “Vintage Festival” che si terrà a Padova il 14-15-16 settembre, un format culturale innovativo tra moda, design, musica e spettacolo unico nel suo genere che ha reso l’iniziativa la più seguita nel settore con il record di presenze italiano di 30.000 ingressi in tre giorni nel 2011.

Il Vintage viene visto come un fil rouge per una contemporanea interpretazione della realtà: un’impostazione non nostalgica che vuol dar vita e spessore ad un Neo-Vintage, nella fusione tra tendenze passate e contemporanee, con lo scopo di rinnovare le prospettive future, “non perdere il tempo!” strilla lo slogan.

Una visione del vintage quindi fresca e giovane, come giovane è il creative director Paolo Orsacchini (classe 1984) che vede il vintage come esempio costruttivo per i giovani, soprattutto in un momento di crisi come quello in cui stiamo vivendo, un mezzo interessante e stimolante per un recupero del passato verso nuovi sbocchi futuri.

Il vintage, l’usato riportato alla luce da attente ricerche di stile viene rivisto in una prospettiva etica di sostenibilità, dove il riutilizzo e il recupero mantengono un’attitudine fashion ma ad impatto zero.

Il Festival è un evento realizzato senza scopo di lucro e presenta anche un aspetto legato alla solidarietà nella sinergia con Team For Children, una ONLUS con un impegno costante nel sostegno del reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Padova.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: