La collezione primavera-estate 2007 va in direzione di una femminilità fuori da ogni abusato stereotipo. Come quella di Florinda Bolkan la straordinaria attrice brasiliana scelta da Visconti nel 1969 per il film “La caduta degli dei”. Una bellezza longilinea, forte e di gran temperamento, moderna e disinibita, affascinante e raffinata. Il nuovo concetto d’eleganza muove dalla necessità di conciliare gli opposti, di trovare strade non battute, di esprimere la perfezione sartoriale attraverso un linguaggio contemporaneo.

Sentieri: uno sguardo inconsueto sull’etnico porta alla destrutturazione dei motivi di stampa e dei disegni e alla traduzione del tribale in stilemi sofisticati. Il ricamo, espressione artigianale d’arte primitiva, diventa un segno ordinatissimo e geometrico. Realizzato con cordoncino e con impunture, ricorda sentieri africani, scudi, incisioni, ragnatele di linee rette. Così da queste strutture decorative posizionate sul dorso, sul petto, sul punto vita di una smilza giacchina o sul davanti di una gonna in sbieco partono inattese morbidezze.

Sex appeal purché con il dovuto garbo. La schiena è quasi sempre nuda, il punto vita molto segnato, le maniche cesellate da una visione haute couture, i pantaloni asciuttissimi. Su tutto aleggia la fluidità del plissé soleil che movimenta gli abiti, i top, le camicie e le gonne attraverso giochi di stratificazione e d’incroci di balze asimmetriche. Un respiro femminile e soave per una silhouette verticalizzata.

Sostanza molto materica e ottica estremamente moderna nei nuovi tessuti: misti seta, cotoni armaturati con rilievi effetto stampa coccodrillo, lini, organze di mano rigida pur nella loro impalpabile leggerezza. E poi laminati argento e platino per il grigio più sofisticato, accordi d’oro e beige e di bronzo e marrone per una declinazione d’insolite armonie. E tocchi speciali con il rosso del cotto, il blu dell’inchiostro, il lilla e il vinaccia. Stampe di righe irregolari producono movimenti ad onde, motivi giraffa in bianco e grigio e bianco e beige disegnano nuove geometrie. Giochi di lucido e opaco tracciano inusitati effetti dévoré.

Speciali: a tacco alto e solido oppure rasoterra ecco sandali e scarpe della prossima estate firmata Mila Schön. In pelle stampa rettile color miele, sono profilati d’oro. Ma bellissima è anche la versione oro specchiato.

 

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2007 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: