Il primo appuntamento è sentito in modo diverso a seconda dalla persona…per alcuni è qualcosa di magico, per altri invece è una sorta di test, non permessi errori.

Il sesso femminile ha sicuramente la prima visione, si lasciano trasportare dalla convinzione di avere di fronte un “don”, un galantuomo insomma ma, spesso la realtà è diversa dalla fantasia ed è meglio non confonderle.

Per quanto riguarda il sesso maschile, ci si sente come sotto esame, si ha paura di sbagliare e spesso questo porta a un irrigidimento e quindi si dà l’idea di essere poco “genuini” e molto costruiti; per questo è fondamentale assumere un atteggiamento molto rilassato non dimenticando le buone maniere ma allo stesso tempo senza apparire ingessati.

In genere è l’uomo che fa la prima mossa, è infatti lui a chiedere di uscire per la prima volta, le frasi da usare possono essere:” ti va di andare a prendere qualcosa?”, “che ne dici di uscire, stasera?”. E’ importante non essere troppo diretti.

Il “first date” per riuscire davvero, deve essere un mix tra emozione e originalità, non sono necessarie le montagne russe ma serve qualcosa che posso toccare l’animo del partner.

Una volta insieme c’è bisogno di andare oltre il fisiologico imbarazzo, assolutamente vietate le frasi inerenti il clima (quindi meglio non dire se fa freddo o caldo, se fuori piove ecc…), iniziate a parlare dei vostri interessi, magari facebook potrebbe essere un fedele amico per scoprire cosa piace e cosa non piace.

La discussione deve essere molto serena, tranquilla, senza usare troppi paroloni ma bisogna trasmettere eleganza e semplicità (senza apparire ne snob, ne cafoni): quando ci si sta divertendo il tempo vola e proprio questo è un momento da cogliere, meglio far finire la serata quando ci sta ancora divertendo, in questo modo si avrà voglia di rivedersi presto.

Categorie: La posta del cuore.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: