Manichini, forbici, metro, spilli. Il tavolo da lavoro su cui i tessuti prendono vita. L’atelier come laboratorio di emozioni ed esperienze dove l’immaginazione incontra la tecnica, la creatività assume corpo e anima nella forma dell’abito. Un atelier postmoderno dove si guarda solo al futuro. Dove osare uno stile che
definisce se stesso senza ricorrere a icone di riferimento. Per lasciare la parola agli abiti e alle donne che li indossano.

COLORI. Nero, grigio, burro. Interventi in bronzo o rosa ombra.
LINEA. La parola chiave dei cappotti che aderiscono come abiti. In alpaca a pelo lungo, crêpe di lana o  effetto ottoman con maniche in cigno. Da indossare anche sul nulla.
VARIAZIONI SUL TEMA DEI DRAPPEGGI. Attraversano gli abiti in jersey dai riflessi metallici, movimentano le bande plissettate dei capi in tela semilucida.
VARIAZIONI SUL TEMA DEL GROS GRAIN. Lavorato a scaglie punteggiate da macro cristalli. Tagliato a segmenti orizzontali per il robe- manteaux senza cuciture sui fianchi.
ASSOCIAZIONI INASPETTATE. Jacquard di lana dal sapore maschile + bordi in cristalli. Pelliccia in kidassian + abito in rete e canottiglie + cintura da uomo.
ESPERIMENTI SARTORIALI. I capi costruiti da fasce sovrapposte in crêpe
ottoman. L’abito nato da una sovrapposizione di pannelli tagliati al vivo, inserti di pizzo e spirali plissettate.
CAPRICCI DI PIZZO. La definizione giusta per le camicette nere che nascono dall’accostamento di pizzi diversi.
DETTAGLI SOTTO LA LENTE. Le stecche nei capi in crêpe fermate da punti in filo bianco. I finti rever della micro giacca da smoking.
RICERCA SUL CORPO. Cuciture imbottite, aree con fodere gommate, linee anatomiche: gli elementi di uno studio sulle forme dove la femminilità guarda verso il futuro.
ASSOLI DA ATELIER. Su una base in pizzo nero scorre la corrente dei drappeggi negli gli abiti “grand soirée” in chiffon grigio o in jersey rosa. Plasmati a mano piega dopo piega.
ACCESSORI. Cinture lineari, colli in pelliccia di kidassian. Il reggiseno con struttura geometrica che affiora sotto uno strato di pizzo.
Scarpe in tessuti tecnici con tacchi diritti in gomma e abbinamenti forti di bianco e nero della nuova collezione La Perla Shoes.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 07/08 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: