Est e Ovest, passato e contemporaneità, un mondo complesso filtrato dalla sensibilità di un artista com’è Valentin Yudashkin, non solo unico stilista russo ad essere accettato come membro del Sindacato dell’Alta Moda a Parigi, ma anche Pittore Nazionale della Repubblica Russa.

Lo stilista, che veste le più importanti donne di Mosca tra cui la signora Putin e numerose artiste del corpo di ballo del Bolshoi (in foto la prima ballerina Ilze Liepa), e le cui collezioni sono esposte al Museo del Costume del Louvre di Parigi e al Museum of Modern Art di New York, celebra i vent’anni della sua attività -è infatti del 1987 la sua prima uscita- con una collezione che richiama i migliori anni della moda occidentale a partire dai ’60 e una luminosa nostalgia delle corti degli zar russi del 17° secolo, fatta di perle e oro.

Tessuti di grande qualità per la mattina come il bouclé di lino e seta per i cappottini e i tailleurs dalle misure ridotte nei toni del bianco e del beige, minitubini con bretella larga trattenuta da un grande bottone madreperla, giacchine in cachemire estivo estremamente bon ton, una sorta di “adagio” come nella più bella sinfonia russa, la ‘Patetica’ di Tschaikowsky.

Ed è un “andante” romantico una serie di piccoli capi in sottilissimo pizzo rosato o celeste che si indossano a qualsiasi ora del giorno, di estrema leggerezza, guarniti di ruches e ricami di perle per una donna che ha nostalgia dei sogni dell’adolescenza.

Si cambia ritmo. Un “moderato mosso” per gli abiti a trapezio con la manichina ricamata in oro, le stampe geometriche sulle ampie casacche, il rosso vivo spalmato tono su tono che regala lucentezza ai vestiti decorati o alle gonne trattenute in vita da una originale arricciatura orizzontale, che sottolinea i fianchi imprimendo sensualità alla figura.

E infine un inno alla bellezza e al fascino più lussuoso e creativo per l’“allegro vivo” della sera: un tessuto di paillettes d’oro effetto lamè per una sensazionale tunica regale e guerriera. Raso cangiante rosso e fuxia o colori verdi e marroni nell’abito a vita alta in triplo chiffon cangiante. Una collezione articolata per donne che hanno il gusto del prezioso e del bello e vivono la loro modernità senza  dimenticare il romanticismo del passato.

Categorie: Sfilate Tag: , .

Articolo pubblicato da in data: 27.09.2007
Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2007