Un giro attorno al mondo rincorrendo l’estate.
Una donna eccentrica, eclettica e seducente. Che viaggia senza posa in cerca del bello.  Indossa i colori del cielo. Gli azzurri carichi delle giornate di sole. I rosa dell’aurora, dai riflessiì pesca e albicocca. Gli aranci pallidi, i rossi infuocati del tramonto. Si veste di fiori e di nuvole di chiffon. Di notte guarda le stelle. Passionale, curiosa, intrigante. Di ogni luogo coglie la bellezza.
La naturale propensione al gusto di un esprit libre. Un’arte innata di accostare forme, colori, fantasie. Comporre il bello e saperlo indossare. Chemisier in trasparenza. Caftani coprisole di organza ricamata e rouches di rettile.
Abiti che ricadono sui colli in drappeggi morbidi, aperti in ampi décolleté.
Una crociera “de charme” che solca mari di corallo e smeraldo. Libera il lusso da regole e bon ton e reinventa la femminilità in un mix di fogge e stili diversi.
Oggetti di boutique esclusive mescolati a favolose mercanzie di città e paesi lontani.
Un concentrato di luoghi ed atmosfere. Una caccia al tesoro che segue rotte affascinanti, in cerca dell’insolito e dello straordinario, in super-luxury edition.
Ricami, gioielli, lustrini e paillettes. Cascate di bracciali, di fogge e misure diverse, accompagnano look divinamente scenografici.
Completi di maglia a righe jacquard, in bianco e blu, con effetti grafici sorprendenti.
Micro-giacche di camoscio operato, con deliziosi volant dai bordi increspati.
Il gusto animalier di giacchine coprispalla su abiti elegantissimi.
Mimetiche di fondali marini, con incredibili stampe di pesci su sete esclusive.
Casacche di rete di vernice intrecciata, lavorate come fossero crochet di pelle.
Cinture giganti come fusciacche di forme decisamente femminili, sottolineano il punto vita con tagli e spacchi laterali.
Un lusso che mescola, mixa, gioca, inventa.
La celebre consuetudine di combinare materiali nobili a materiali poveri, vocazione assoluta di Salvatore Ferragamo. Scarpe calzate da star e dive di tutti i tempi, fondono cocco e materiali inusuali con assoluta femminilità.
Equilibri che scalano le vette del lusso: i tacchi diventano sculture a tecnica mista: plexi-glass, legno, tartaruga e madreperla. Straordinarie broche di pietre fermate su sandali da grand soirée.
Borse in midollino con rifiniture di pellami esotici. Tote-bag di assoluta personalità in colori brillanti: blu Shangai, corallo, rosa geranio. Hanno la mano della nappa, soffice e leggerissima, ma un’anima in cocco prezioso…perché il lusso ama spesso nascondersi.

Categorie: Sfilate Tag: , , .

Articolo pubblicato da in data: 27.09.2007
Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2007