Nascosta da un separè laccato nero la continua ricerca di una sensualità elaborata che, volgendosi a oriente, diventa ispirazione e appunto di stile per una collezione street style.
La passerella assume il ruolo di un palcoscenico metropolitano: ” Ciò che sfila vorrei vederlo camminare per strada il giorno dopo.”

Kimono sport
Il Kimono couture diventa bomber sportivo. I parka estivi, in tessuto tecnico effetto seta, sono caratterizzati da linee boule, a uovo. Ricami laser, ispirati ai ventagli giapponesi intagliati, danno maggior leggerezza alle gonne e ai trench. Le squame dei dragoni tattoo diventano il motivo per trapunte, borse e zeppe.
Ricami e sottovesti a uovo Fantasie di matrice orientale, fiori e paesaggi stilizzati, ricamate sui pizzi valençienne, sui tessuti tecnici dei trench e sui caftani dall’ovale perfetto. Molte le sottovesti a uovo, anche con tasche, con pizzi ricamati orientali e “punto ajour”.
Un fiocco, macro e micro: per vaporosi abiti da sera e in pelle sui corsetti a cintura che alzano il punto vita.

Second skin
Il concetto del Giappone per una sensualità quasi trasparente. Il tulle stretch si fonde con reti di maglia e chiffon. Micro-tubini e fuseaux, di guaina di tulle ricamata, fasciano il corpo come una seconda pelle. La maglieria diventa couture, foderata con chiffon e ramiè.

Geta e zeppe da sera
Zeppe imponenti ma ultra leggere, come sandali, infradito e décolleté: a squame ricamate e di raso. Per geta moderni: colorati fluo per il giorno, in pelle effetto squama laserata per la sera.

Colori fluo
Le tonalità sfumate del rosso, del blu e del giallo si contrappongono ai cromatismi flou dei ricami: blu e turchese, fucsia e rosso fuoco, giallo acceso, off white e platino, bianco, color nudo e nero assoluto.

Categorie: Sfilate Tag: , , .

Articolo pubblicato da in data: 28.09.2007
Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2007