La Dolce Vita Sul Nilo….Seduzione degli anni ’50.

La collezione Primavera-Estate 2008 di Jamal Taslaq è un revival; nel crearla egli ha voluto ispirarsi all’Egitto.
Già agli inizi del XX secolo il paese del Nilo e degli antichi Faraoni visse un periodo felice, una specie di dolce vita che anticipò di qualche decennio la dolce vita romana, messa così bene in evidenza nel film del grande Federico Fellini e in altre pellicole interpretate da attori noti in tutto il mondo: Gina Lollobrigida, Sofia Loren, Silvana Mangano, ed altri. Infatti i film italiani degli anni ’50-’60 rappresentano un chiaro documento d’analisi dei costumi della società di quei tempi.
Ma anche nell’Egitto di Re Farouk, e in particolare nel Cairo e in Alessandria, viveva e lavorava una copiosa comunità di italiani, esperti di cinema e artigiani qualificati che rendevano importante il nome d’Italia collaborando alla realizzazione di grandi film con attori come Omar Sharif, Samia Gamal, Dalidà, e tanti altri, che già avevano scelto le sponde del Nilo come propria residenza per restare lontani dagli orrori e dai danni della guerra.
Proprio dall’Egitto, proprio da quel luogo incantevole, meta della più celebrata aristocrazia europea, ha forse tratto ispirazione la dolce vita romana.

Quindi il tema di questa collezione di Jamal Taslaq s’ispira alla dolce vita degli anni ’50, durante la quale la donna, dopo un periodo di rigidezza dei costumi, cominciò ad esprimere la propria femminilità anche nel suo modo di vestire, primi segni di modernità: punto vita sottile, scollature in evidenza, caviglie scoperte ed impreziosite da colorate calzature di fattura artigianale.
Anche il make-up, con l’avvento di questo nuovo stile, si rinnovò dettando nuovi look: il rosso delle labbra più marcato, occhi maggiormente truccati, guance evidenziate col fard. Per tutte le donne facevano da preziosa guida le grandi dive del cinema di quel periodo.

Ma ancor di più la creatività di Jamal Taslaq s’ispira alla donna bella, elegante e molto femminile dei seducenti anni ’50 sul Nilo. Per questo egli presenta abiti dal taglio semplice ed elegante che li rende voluminosi con gradevole effetto movimentato che esprime anche grande femminilità.
I motivi geometrici nei ricami e negli intarsi sono elementi preziosi che valorizzano ulteriormente i tessuti, realizzati esclusivamente da mani artigianali; a ciò s’aggiunge la ricerca delle nuances, così come il contrasto dei colori nelle varie tonalità ed intensità.
La collezione è completata dall’attenta scelta degli accessori, anch’essi di produzione artigianale: scarpe e borse create e adottate per dare il giusto valore ad ogni singolo abito.

Categorie: Sfilate Tag: , .

Articolo pubblicato da in data: 30.01.2008
Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2008