Omaggio a Frida Kahlo e ai paesi Latino – Americani
Frida Kahlo, pittrice realista, uno dei personaggi più interessanti del XX secolo: vitale, irripetibile in ogni sua espressione ma soprattutto Donna sensibile ai problemi sociali e politici, studiosa delle Culture latino-americane, con un debole, forse, verso l’arte Precolombiana e Atzeca ma assolutamente rispettosa e pronta a sposare tutte le espressioni popolari, folcloristiche e tradizionali di quei Paesi; conscia nei confronti della sua sensualissima seppur delicata femminilità e instancabile nell’ inventare quotidianamente un suo personalissimo look, nonostante la malattia e il fisico spesso martoriato.
Il piacere di ricomporsi i capelli con fogge diverse ora con nastri, rafia, fiori o foglie, o di adornarsi con gioie spesso da lei create sia con piccoli legni, boules dipinte, coralli o monili feticisti e archeologici, esaltava il suo costante, quasi ossessivo interesse per l’abbigliamento.
Sperimentava poliedricamente diversi looks, dallo sfrontato divertimento a proporsi con capi maschili sino ad indossare alternativamente costumi folk di quei Paesi latino-americani così amati, quasi a voler esaltare tutte le esperienze delle sue origini composite, frutto di un’alchimia del Messico coloniale (Mestizo), India, Europea (il padre era tedesco) e barocca.
A volte era così irrimediabilmente insoddisfatta da mostrarsi sempre come un caleidoscopio di emozioni estetiche e inusuali.

Sempre fiera di incarnarsi eroina campanilista del suo Paese, arrivò a stupire gli amici Americani e Francesi presentandosi a New York e a Parigi vestita con costumi tradizionali delle donne Tehuane*, per essere, ancora una volta, vessillo dell’archetipo latino-americano, esplicitamente arcaico e simbolo di solidarietà nei confronti di quel mondo seppur ancora represso ma in fase di un forte e impreparato cambiamento dal punto di vista economico, politico e sociale.

E’ stato un iter difficile e faticoso ma lo studio dedicato a questa Artista mi ha indicato un percorso pieno di fascino e tale da indurmi a dedicarle questa nuova collezione quale omaggio alle sue impenetrabili fantasie, ai suoi colori, al suo humour, alla sua fortissima femminilità ma soprattutto alle affascinanti, antichissime, straordinarie Culture di quella parte di Mondo, a volte, per noi così lontano ma straordinariamente magico ed irresistibile.

Categorie: Sfilate Tag: , .

Articolo pubblicato da in data: 01.02.2008
Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2008