Il carattere della collezione di Camillo Bona nasce da una sensazione che vive nel tema dell’Impressionismo, come effetto pittorico.

Più che nella riproposizione delle opere dei maestri storici, è il gesto, l’espressione della pennellata, nel suo contesto di forme che Camillo Bona vuole far rivivere.

La collezione realizzata esclusivamente con tecniche d’arte sartoriale gioca sui modi di velature e sovrapposizioni dei tessuti che danno al colore quell’effetto sfumato, quell’impronta, interpretata dallo stilista come sentimento e profondità del Tempo.

Come pennellate, le tonalità pastello vanno dai verde salvia alle gradualità dei celesti, fino al bronzo: anche il bianco e il nero così come l’ecrù nelle sue pieghe naturali. Colori che rompono la definizione del colore freddo e fanno da fondo ai pizzi ricamati e impreziositi da perline. Particolari interventi in raffia: sete pregiate, chiffon e lino, tessuti disegnano una Silhouette dalla vita bassa.

Mattina pomeriggio sera tutta la gamma dell’abitare dedicata ad una donna elegante e di classe,tipico dello stilista, il cui tempo è scandito dal buon gusto in tutte le occasioni.
Chiude la sposa con il bianco che sfuma fino al panna in tutte le sue nuances, come ad infondere un’impressione da sogno.

I temi cari a Camillo Bona li ritroviamo nel vasto mondo della storia dell’Arte, nelle opere dei maestri storici che lui prende come spunto ed ispirazione per poi dar vita a collezioni che si aprono alla modernità delle forme ed a linee essenziali, in una chiave moderna che si fa carico di non perdere la tradizione delle tecniche sartoriali e dell’esperienza

Categorie: Sfilate Tag: , .

Articolo pubblicato da in data: 01.02.2008
Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2008