VISIONARY ECCENTRIC: l’eccentricità  anni ’30 e il raffinato rigore anni ’40 convivono, sulla passerella di Gaetano Navarra, con moderni abiti-scultura, barocchi e surreali, per una moda innovativa e romantica.

L’eleganza americana,  l’algido languore

della Garbo, l’attitudine di Joan Crawford ed il sofisticato rigore della Dietrich si mescolano ai look avventurosi di  Nan Kempner , all’ eccentricità della Vreeland e del suo Vogue, insieme all’arte  di Cardin.

Le silhouettes nascono dalla  ricerca sulla figura, con  infinite declinazioni, proiettando antiche geometrie e liberando volumi e dimensioni.

La collezione nei toni del piombo, del noce, del nero e del bianco si amplia ulteriormente   nelle nuaces del grigio chiaro per le  stampe animalier.

I capispalla vivono di architetture in tessuto, di microstrutture prive di cuciture ottenute lavorando il panno a caldo, di dettagli con  sovrapposizioni in volpe argentata sovratinta e fox Seychelles.

I cappotti, dalle spalle spesso sovradimensionate, sono militari, austeri, ma resi femminili da colli a tulipano, realizzati in panno cachemire marina,  o a  effetto occhio di pernice,  e in montone

 Il rigore dei completi e dei tailleurs pantalone si stempera nell’eccentricità dei surreali cappellini e dei raffinati accessori.

Trench-parka in faille di nylon effetto taffettà sofisticati come gli abiti in crepe marocaine, dal sapore anni ’30.

Le maglie, in cachemire intrecciato a mano nel tipico punto  norvegese hardanger ,  re-interpretato con ricami dal sapore anni ’30 si  trasfigurano in artifici scultorei e  paradossali, come le camicie in organza dagli avveniristici tagli tridimensionali  che esplodono in volute di macro ruches e pulsano di volants e di plissettature. Astratte e vibranti fisarmoniche di carta. Onirici  habitat geometrici. Architetture naturali in cui il corpo può abitare.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 08/09 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: