Byblos sfila al Rolling Stone di Corso XXII Marzo: dalle istallazioni shock di Damien Hirst  scaturisce l’input concettuale della nuova collezione uomo SS09, passando per le vibrazioni di un dj set live durante lo show con Little Louie Vega guest d’eccezione.

Il dance party aftershow celebrerà insieme il nuovo uomo Byblos la chiusura della settimana milanese di moda maschile.

Guest: Syria, L’Aura, Rido, Stefano Fontana

Per l’uomo Byblos SS09, Manuel Facchini ha creato capi unici manipolando tessuti e materiali, “congelando” dettagli, borchie e zip nella resina e attraverso finissaggi sperimentali. Linee e volumi early Seventies in stile rock vengono reinventati con trattamenti a capo finito, proiettati in una dimensione shocking slick: l’ispirazione è   l’artista inglese Damien Hirst, che con la formaldeide ferma l’ultimo istante di vita organica sublimandolo per sempre.
La musica, legata strettamente alla moda e all’arte, ha per Manuel Facchini una forte valenza creativa: dalla collisione tra le tre realtà nasce una sorta di laboratorio, una fabbrica delle idee. Little Louie Vega, dj e produttore chiamato a realizzare live il soundtrack dello show uomo SS09 e all’animazione del post show party, è un creativo di nuove sonorità e in questo senso interprete ideale della moda Byblos.
Durante il dj set, Louie Vega, già vincitore di Grammy, “suonerà” in anteprima una preview di 3 brani (Rock The Cradle, Standing In Line e Plastic People) estratti dal prossimo album di Ananè, singer capoverdiana già protagonista di eventi come la performance di fronte a 140 milioni di telespettatori al concerto di apertura del Superbowl 2007, con la band di Louie Vega “Elements Of Life”.
Il CD "Ananesworld", verrà lanciato in tutto il mondo a gennaio 2009.

LITTLE LOUIE VEGA
E’ uno dei più grandi innovatori della house music, considerato dagli addetti ai lavori  un “maestro della consolle” oltre che un profeta del remix. All’artista si rivolgono da tempo per i missaggi, superstar del pop come Madonna e Michael Jackson o giganti della musica black come  Soul II Soul, George Benson e Donna Summer.
Cresciuto nel Bronx, figlio di un musicista, Louie Vega dal 1979 iniziò a frequentare la scena hip-hop e quando nel 1984 ottenne la sua prima "residency" come dj Chez Sensual, la sua musica era già una miscela di latin, hip-hop, freestyle e garage infarcita di brani rock come "Pride" degli U2 e "How Soon Is Now" degli Smiths.
Fondatore dei “Master At Work” insieme a Kenny Dope Gonzales, Little Louie Vega è attivo da oltre dieci anni sulla scena dance.
Dall’attività di dj a quella di producer e remixer, la sua presenza – spesso in sordina – ha rivoluzionato l’House music proprio per la sua abilità nella "trasformazione" e l’intelligenza del considerare la musica oltre i canonici generi stereotipati dedicando la sua attività alla continua ricerca di nuovi suoni.

Categorie: Sfilate Tag: , , .

Articolo pubblicato da in data: 25.06.2008
Ultimo aggiornamento: 25 giugno 2008