Una femminilità avvolgente come una nuvola, sofisticata come un tacco scultura, seduttiva come un felino intravisto nella penombra della giungla. Fluida ed eterea come una moderna divinità silvestre, la silhouette emerge dal gioco di luci e ombre generato al tramonto dai raggi solari, al filtro di una finestra socchiusa. Abiti impalpabili dalle linee avvolgenti si drappeggiano intorno al corpo scolpendolo senza opprimerlo, lasciandolo libero di fluttuare al tempore delle brezze estive. Abiti che celebrano una perfetta fusione con la personalità della donna che li indossa, in armonico dialogo con gli elementi naturali, aria e acqua. un accenno al tailoring, con forme maschili destrutturate, si inserisce in questa dolcezza di linee, sulla scia di una sapiente rivisitazione della più nobile tradizione sartoriale. Le atmosfere naturali dell’estate al suo culmine orientano la palette cromatica. Se la prima tranche della collezione sgrana ricercate tonalità del bianco e del verde acido, in un crescendo di intensità che va dal giada pallido al musk, la seconda tranche è più grintosa e associa una doppia nuance di neutri a tocchi decisi di colore: nettare, oleandro, azalea e fucsia. In pendant con questi cromatismi, i toni black tulipano, camaleoonte, sirop, mandorla e lime accendono le nuove borse. Tra i pezzi cult, ampie sacche in coccodrillo per la sera: creazioni dove il lusso è per il giorno e clutch in metallo con inserti di coccodrillo per la sera: creazioni dove il lusso è protagonista ma viene vissuto in maniera decontratta. Lo stesso gioco di intarsi si riflette con raffinati bagliori sulla maglieria, pronta a sperimentare audaci intrecci di maglia e metalli, accanto a composizioni di jacquard e catene. Alle mani, unici gioielli, anelli importanti dalle forme geometriche. Ai piedi, nuove straordinarie sculture: talismani di seduzione, le scarpe primavera estate 2009 danno vita a inediti equilibri e prodigiose seduzioni di tacco e struttura. L’esclusività di coccodrillo, pitone e altri preziosi pellami si stempera nell’accostamento con materiali inconsueti, tra le cifre stilistiche più rappresentatibe del mondo Ferragamo. trait d’union tra antico e moderno, nella tradizione più genuina della Maison Fiorentina, Opanca, modello d’archivio del Museo Salvatore Ferragamo, ispira la collezione con le sue forme sinuose che seguono la curvatura del piede. Altezze vertiginose, platform metalliche sul tallone rieditano questo pezzo storico del marchio in un’ottica contemporanea, al passo con una femminilità grintosa e ricercata.

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2009 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: