"La Beat Generation è un gruppo di bambini all’angolo della strada che parlano della fine del mondo"  Jack Kerouac.

Beat è ribellione. Beat è cercare emozioni. Beat è la vita sulla strada, il sesso, le droghe, i valori umani e la coscienza collettiva. Beat è ritmo. Beat è libertà di essere sconfitti. Beat è il viaggio più difficile, dentro se stessi. Lost Generation sono oggi i discepoli della Beat Generation. Inquietudine, crisi e nessuna prospettiva proiettano i giovani verso un viaggio declinato al passato, alla ricerca di storia, riferimenti e certezze. Il Denim non è più contestazione, la Lost Generation contemporanea nella visione di Andrew Mackenzie è pronta a percepire il cambiamento estetico. Il passato è il presente.

Andrew Mackenzie sintetizza la figura maschile nella nostra memoria. Tutto è conosciuto, rassicurante, dolce, tutto è violentemente nuovo e contemporaneo.

Tutto è aged, vissuto, appartenuto, familiare.

I colori si decompongono e si mescolano: bronzo, marrone, verde bruciato, verde irlandese, golden khaki, metal gray, optical moon white, wind torn orange mixati con i "dark tones of the underground ". Il blue è il nuovo nero.

Scozzese, sale e pepe irlandese, lana infeltrita, fibre di lana con metallo, gabardine, jersey di lana e lana tricot, denim.

Il formale 3 pezzi "strecciato" per raggiungere nuove proporzioni: il pantalone è alto in vita e ampio, la giacca è trattenuta e sottile, il gilet è attillato.

La cravatta, feticcio del classico, è oversized.

Alamari per le maglie in lana infeltrita e per il montgomery Royal Navy lungo fino ai piedi.

I boots in cuoio o coccodrillo con dettagli metallici ispirazione montagna.

Categorie: Sfilate Moda Uomo Autunno/Inverno 09/10 Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: