Nella sua collezione per l’autunno 2009, John Varvatos si è ispirato all’eredità della moda rock and roll, rielaborandola con linee eleganti e raffinandola con un taglio seducente. Ciascun elemento della collezione, le forme, i dettagli e le proporzioni vengono interpretati in chiave contemporanea. La scelta dei colori si concentra sulle tonalità scure, mutevoli e ricercate. È il nero a prendere il sopravvento, insieme all’antracite, al rosso scuro e al color cioccolato intenso, accentuati da tonalità di grigio e da inserti di bianco.

John Varvatos si è sempre distinto per la sua concezione della silhouette "a clessidra", che ha lentamente evoluto in una figura più moderna e slanciata. Dalle spalle affusolate ma ben definite, si passa velocemente al punto vita stretto e alle gambe snelle, che terminano con una leggera svasatura appena al di sotto delle caviglie.

Gli stili studiati su misura si fanno largo nelle strutture da sera, caratterizzate da colli a scialle, ricchi tweed, tessuti scozzesi e fasce da smoking che divengono fusciacche a segnare i fianchi. Nei completi si gioca con colori tono su tono: il grigio perla della giacca doppio petto in flanella è in contrasto con il grigio fumo più scuro del bavero dello stesso tessuto e viene accostato a camicia e cravatta grigio argento. Un altro completo, grigio e a un bottone, ha un taglio stretto, che viene delineato da un collo a revers con punte nere e tasche a filetto. Gilè in lane increspate e soffici cashmere, con chiusure feltrate, rivelano i bottoni interni e le fodere con piccoli gigli stilizzati. Un gallone di velluto si rivela su una giacca da sera in tweed. Le camice hanno impunture bianche, colli aperti button-down e sono a righe, a quadri o a fantasia. I foulard leggerissimi in voile di cotone sono stampati con motivi cachemire fluttuanti e vanno a completare il look. I cappelli sono bombette di feltro modificate e flessibili.

I lunghi soprabiti scendono seguendo una sottile linea a trapezio, che sottolinea la figura slanciata. I cappotti sono a doppio petto, a collo alto e sono impreziositi con bottoni di metallo dal sapore retrò. Le linee sono teatrali: un cappotto di lana ha una base che si apre su una coda quasi arricciata, mentre un altro si ispira al trench, con una forma a triangolo rovesciato, le spalle importanti e fianchi segnati da una cintura flessibile. Gli stili casual vengono resi più raffinati dai tessuti moderni, come il parka all’interno in cotone e lino e rivestito esternamente in poliuretano, che risplende grazie alla soffice finitura in argento increspato e anticato; altro esempio è la giacca in nylon che sembra cotone, imbottito e impreziosito dal collo esagerato e dai bottoni.

L’importantissimo ruolo della pelle nella moda rock and roll viene reinterpretato con una nuova delicata eleganza. Una giacca in pelle senza collo stampata con motivi scozzesi, viene resa talmente morbida che al tocco sembra vero e proprio cashmere. Un trench in pelle scamosciata e una giacca da motociclista vengono lavati in modo da diventare più leggeri e raffinati. Lo shearling color cioccolato è tagliato in modo da divenire un parka con cappuccio, con rivestimento esterno in lucente cavallino.

Maglioni in cashmere sottile finiti a mano si rivelano sotto le giacche più corte, creando proporzioni perfette. Al contrario, le maglie lunghissime in cashmere scuro sono adornate con bottoni di corno e profili all’uncinetto, mentre i maglioni a coste sottili e le maglie Henley in cashmere stampato a righe sono ornate con piccoli bottoni di metallo.

La collezione accessori di John Varvatos mette in primo piano la nuova linea di gioielli: gemelli, anelli e bracciali sono lavorati a mano in argento sterling, onice nera e sfoggiano bellissimi diamanti. Sulle collane vi sono pesanti e vistosi ciondoli, come storiche maschere veneziane da medico. Medaglioni in stile araldico, alcuni dei quali con pennacchi di piume, adornano i colli delle giacche e le cravatte. Rinnovate e rese raffinatissime le spille da balia chiudono maglie e gilè. Doppi giri di catene intricate si annodano attorno agli stivali, mentre le cinture, anch’esse a catena, si completano con ornamenti a forma di giglio stilizzato, motivo molto ricorrente in tutta questa collezione.

Le ghette, che sono in pelle lavata e si abbottonano sulle caviglie, sopra le scarpe, esaltano la lieve scampanatura e la lunghezza della gamba. Tra le scarpe più eleganti vi sono stivaletti con fibbie, sia in tela che in pelle, lavate e con rifiniture in metallo, ma anche uno stivale in pelle scamosciata ingrassata ripiegato nella parte superiore. Le borse hanno forme mascoline: vi sono quelle più grandi in tela e pelle lavate, insieme a una moderna valigetta incorniciata da fibbie e cinghie. Un altro modello di punta è in pelle di coccodrillo color argento brillante, con l’aggiunta di decori in rilievo.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 09/10 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: