Per l’Autunno 2009, Bottega Veneta presenta una collezione caratterizzata da costruzioni virtuose e da un glamour non convenzionale. La sensibilità è controllata e spigliata, gli abiti raffinati, senza tempo, con un tocco di eccentricità. La palette dalle tonalità del marrone sbiadito e dei crema delicati è riscaldata da toni maturi quali uva, mora e lilla. La silhouette rettangolare – simile alla forma di una busta – è squadrata sulle spalle e scende fino al ginocchio, aderendo occasionalmente al corpo, sul petto o in vita.
I materiali sono morbidi e tattili, con superfici riccamente lavorate: seta façonné, fluid velvet, jacquard di seta tono su tono, seta cloqué, intrecci di lana tridimensionali, micro pieghe e cashmere. Predominano gli abiti, indossati su gambe nude: la giustapposizione di pelle liscia e tessuto opulento sottolinea lo spirito sensuale della collezione.

Le borse hanno una qualità scultorea, sapientemente costruite con fili di metallo che danno struttura alla pelle morbida, meticolosamente lavorata a mano. Le scarpe invernali sono importanti e architettoniche, con punte arrotondate, tacchi alti e robusti. Spiccano gli stivaletti morbidi come guanti, allacciati sul davanti e indossati con calzini corti. I gioielli sono un mix ispirato di Fine e Fashion Jewelry, di oro e argento, di diamanti e rhinestones, tutti accuratamente sfaccettati a mano per catturare la luce.

"Abbiamo voluto creare abiti che avessero un’attitudine sofisticata e molto personale", spiega il Direttore Creativo Tomas Maier. "La silhouette appiattita è semplice e chic, mentre tutto il resto è tridimensionale, scultoreo e sfaccettato come un diamante. Una donna può combinare i vari pezzi come desidera o indossare semplicemente un vestito ed essere già pronta. Per la cliente Bottega Veneta le regole del glamour sono interessanti solo se può interpretarle a modo suo".

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 09/10 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: