Christopher Bailey per Burberry riparte dalle grandi icone storiche del marchio per “unire il passato e il presente utilizzando l’iconografia Burberry con una collezione che rispecchia i nostri punti di forza, la nostra tenerezza e le nostre contraddizioni”. Immancabile il trench apre il defilé e assume la forma “a mantello”, ma anche il cappotto si trasforma e termina con una gonna intera che si muove e ‘balla’ ad ogni passo. Il soprabito non copre, ma veste e dona eleganza anche nel corso dell’inverno a discapito della tendenza che identifica il freddo come scusa alla mancanza di stile. Non mancano neppure il tweed, il tartan e il gessato. L’extra large dà vita a mise dal taglio maschile oversize, i volumi eccessivi e le pellicce selvagge contribuiscono a creare l’immagine della donna Burberry. Anche l’accessorio respira aria nuova in questo show e non perde il suo ruolo da protagonista grazie alle borse extra big e ai colli di pelliccia con interno in tweed. La vita si stringe e la gonna sembra ancora più larga ed evoca i tempi della “corte metropolitana”. Uno show in cui il vero spettacolo è l’abito.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 09/10 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: