Per la primavera 2010, Bottega Veneta esplora la dinamica tra l’anima elegante e quella disinvolta del guardaroba maschile, un continuum che va dall’architettura precisa della giacca su misura alla comodità di movimento dei capi più sportivi. L’elemento che distingue la collezione è un pantalone a forma di V, pieno in vita e affusolato sulla gamba fino a uno stretto risvolto alla caviglia. Da indossare con una giacca su misura di sartorialità napoletana e un paio di scarpe robuste a punta tonda, questo pantalone crea un nuovo profilo, delineato e al tempo stesso vivace.

Una palette ravvivata da cromie sanguigne aumenta lo spirito disinvolto della stagione: sfumature intense di rosso, porpora, anemone, gladiolo rosso-nero, si abbinano alle tinte del nero, tartufo, verde militare e del sigaro. I colori sono combinati in modo da frammentare la silhouette, iniettando un’energia mutevole e scorrendo per la collezione anche attraverso altre modalità: nelle righe verticali, nella maglieria e nei tessuti tie-dye, nelle stampe over-dye e negli accessori dalle tonalità energiche e vibranti.
La gamma dei tessuti include gabardine di lana e cotone, lana tropicale, twill, leggerissimi tagli di cotone tinto, maglie di viscosa e lino, jersey gommato, jersey di viscosa e tessuti di nylon trattati per resistere al vento e alla pioggia. Le pelli come la nappa, la capra, il camoscio e il camoscio perforato, sono lavate e trattate ad arte.

Per bilanciare la silhouette le calzature, concepite per essere indossate senza calze, hanno forme importanti: la punta rotonda e la suola solida ma elegante. Per rispecchiare la progressione dei capi, mocassini di vitello verniciato e sandali da pescatore intrecciati con suola spessa.

Le borse, di eccellente maestria artigianale, sono caratterizzate da colori intensi. La forma più nuova è una piccola shopper piatta, raffinata e funzionale, ulteriore elemento di supporto per  eliminare dai pantaloni le tasche sempre troppo piene. La sacca di nappa lavata è ampia e leggera. Shopper e sacche sono i modelli più esplorati, con forme morbide e pulite, lavorazioni meticolose e una maggiore versatilità, grazie all’applicazione di occhielli, cinghie convertibili e manici. Di particolare nota, la nuova edizione limitata della Cabat da uomo, realizzata in intrecciato color sigaro tie-dye.

"La nostra è una ricerca continua sull’ampliamento delle declinazioni esistenti tra l’abito sartoriale e i capi casual", afferma il Direttore Creativo Tomas Maier. "Per la primavera, abbiamo voluto presentare una collezione particolarmente individualista. Cambiare la forma dei pantaloni e rompere la silhouette classica con il colore porta energia ed esuberanza creando sensazioni forti”.
 

Categorie: Sfilate Moda Uomo Primavera/Estate 2010 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: