E’ considerata la più importante testimonianza pittorica relativa alla perduta Battaglia di Alghieri dI Leonardo da Vinci: la Tavola Doria , scomparsa nel 1940,  torna in Italia e sarà esposta al Quirinale fino al 13 gennnaio 2013.

Un eccezionale dipinto scomparso dal nostro Paese da oltre mezzo secolo, rientrato in Italia a seguito di un accordo di cooperazione internazionale tra il Tokyo Fuji Art Museum e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, intervenuto a seguito dell’individuazione – dopo 70 anni – del luogo dove l’opera era custodita, da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale.

L’olio su tavola, alto 115 centimetri, largo 86, raffigura la “Lotta per lo Stendardo”, un momento della “Battaglia di Anghiari”, episodio storico oggetto del dipinto commissionato nei primi del XVI Secolo a Leonardo da Vinci per il “Salone dei Cinquecento” di Palazzo Vecchio a Firenze.

La mostra – come ha sottolineato il Presidente della Repubblica nell’introduzione al catalogo – vuole “rendere omaggio all’intero bilancio dell’attività straordinariamente meritoria svolta dall’Arma dei Carabinieri, attraverso l’apposito Comando specializzato nella tutela di un fondamentale interesse nazionale quale il recupero di opere d’arte illegalmente trafugate”

Il dipinto sarà esposto al pubblico italiano fino al 30 giugno 2014, data in cui, secondo l’accordo di cooperazione raggiunto tra il Ministero ed il Museo, il dipinto verrà trasferito in Giappone per quattro anni. Sotto la direzione dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, sono in corso ulteriori ricerche scientifiche e valutazioni critiche, anche da parte di importanti esperti d’arte del settore, allo scopo di poter rispondere alle domande che l’opera pone. Una su tutte.

L’ha dipinta di Leonardo? Se ne riparlerà.

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: