Panettone o Pandoro? La gara tra i due dolci più famosi delle festività natalizie sta per incominciare sulle tavole degli italiani…Quale dei due sia il più buono è difficile da dire.

I golosi sapori che fanno il Natale, le fragranze che danno profumo alle feste, la tradizione da gustare, regalare e regalarsi, non riesce ancora a risolvere il  dilemma.
Una tradizione italiana, quella dei dolci natalizi, che vede la raffinatezza delle lavorazioni artigianali e delle materie prime, sublimata nell’eleganza delle confezioni.

Alto e buono, secondo la tradizione milanese, il tipico panettone di Natale: un dolce offerto anche nel formato mignon da 100 grammi per un piacere molto personale o, per chi invece non si accontenta, la versione da 2, 3 o 10 Kg.

Oppure il Pandoro ricco di burro e zucchero a velo e dalla Veneziana ricoperta di glassa, perfetta per festeggiare l’Anno Nuovo.
Con la glassa di zucchero, con le creme varie, ricoperti o ripieni di cioccolato, al mandarino al pistacchio, liquorosi o no, insomma ce ne sono per tutti i gusti.

Insomma….Pandoro o Panettone, purché sia quello tradizionale,fatto col cuore, lievitazioni naturali, materie prime selezionate, genuino.

Questa ogni anno rimane una dualità destinata a continuare, tra i milioni di estimatori ora dell’uno, ora dell’altro dolce natalizio.

Unico punto d’incontro tra gli italiani risulta essere la bevanda da accompagnare ai due contendenti, sia esso dolce o prosecco, purché sia uno spumante italiano, che sorpassa di gran lunga lo champagne.

Categorie: Costume e società Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: