L’impegno di Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, continua a sostenere l’arte e la cultura.
Il bello, la ricerca, ma anche il sociale e la memoria storica, per non dimenticare mai il senso della vita e i drammi del passato.

Fabrica ora è impegnata in una mostra che è in programma dal 2 al 27 gennaio, presso il  Museo Archeologico Nazionale della Valle del Sarno.
La mostra, “I bambini della Shoah, vede esposti i lavori realizzati dai giovani borsisti di Fabrica realizzati prendendo spunto dalle poesie composte dai piccoli prigionieri del campo di concentramento di Terezín (attuale Repubblica Ceca).

La data della mostra coincide con il Giorno della Memoria, il prossimo 27 gennaio , e vuole sensibilizzare i piu’ piccoli sul drammatico tema dell’Olocausto, nella convinzione che la conoscenza della storia e la presa di coscienza degli orrori del passato sono il migliore antidoto affinché questi non si ripetano.

Le sette illustrazioni di Fabrica prendono spunto dai poemi composti dai piccoli detenuti di Terezín, campo di concentramento situato nell’attuale Repubblica Ceca. I giovani borsisti, di nazionalità russa, ucraina, ecuadoregna, italiana e australiana, si sono immedesimati nei versi dei piccoli sfortunati prigionieri e hanno dato forma di immagine al loro messaggio.

Un filo spinato che diventa il gambo di una rosa, cosparso di boccioli; un cavallino a dondolo dietro le sbarre di una gabbia; le strisce nere della divisa da detenuti che si trasformano nei tronchi di un albero su cui nascono delle foglie. Questi sono i temi di alcune delle tavole, che rappresentano la tragedia della Shoah ma contengono al tempo stesso un messaggio di speranza, legato alla bellezza della natura, alla fiducia verso la bontà del genere umano e all’idea della vita che nonostante tutto vince sulla morte.

Maggiori info:
“I bambini della Shoah”
2-27 gennaio 2013
Orario: 9-18; chiuso il lunedì
Ingresso: gratuito

Museo Archeologico Nazionale Valle del Sarno
Via Cavour, 9 – Pal. Capua
Sarno
www.fabrica.it   

Categorie: Arte Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: