Massimo Piombo vuole rappresentare, attraverso una ricerca ossessionante, esotica, particolarmente personalizzata, curiosa, senza pregiudizi, mescolando tessuti, colori e abbinamenti inusuali, un progetto dedicato esclusivamente alla “Sensualità della Bellezza”.

A Lione in Francia sia per le sete stampate e cucite a mano che per le lane e sete per le giacche e gli abiti da sera.
In Austria per le lane danvier ancora lavorate su antichi telai a mano e usate per i cappotti e i blouson.
In Ungheria per le alpache utilizzate per le giacche e i cappotti.
In India per le lane e sete stampate a mano per i super foulard con disegni riscoperti negli antichi archivi dei Maraja.
In Scozia per i cashmere lavorati a jacquard per gli abiti e i pantaloni.

Una visione che prende forma e immagine nei suoi abbinamenti inusuali e disinteressati con i colori, per raccontare ed emozionare con immagini, tessuti e forme, coniugando l’Estravaganza di Massimo Piombo con la più Alta Tradizione Sartoriale della Ciro Paone SpA.

Un progetto dedicato alla “Beautiful & Different People”. La scelta di presentare la collezione AI2013 all’interno del Museo Storico del Risorgimento
Italiano è la rappresentazione della sovrapposizione tra il luogo della riflessione culturale e l’espressione della “Emotività Stilistica della Bellezza”.

› torna al calendario di Milano Moda Uomo – Autunno/Inverno 2013/14

Categorie: Sfilate Moda Uomo Autunno/Inverno 13/14 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: