Sfilata Giorgio Armani per la collezione moda uomo autunno/inverno 2013/14 – Milano Fashion Week.

Un’immagine forte, precisa. Senza ammiccamenti a provocazioni che spesso mostrano la propria natura di facili trucchetti. Uno styling asciutto, essenziale, che disegna una figura virile, definita da capispalla con volumi ampi e pantaloni asciutti.

Le superfici sono opache, calde, per sottolineare la preziosità di una collezione in cui la ricerca artigianale si esprime nello studio di trattamenti e tecniche di assemblaggio dei capi, unendo mondi che paiono contrastanti. Così il neoprene si avvolge a materiali pregiati come velluto e suède, avviando un processo articolato che mette in discussione ogni tipologia di prodotto.

Lo sportswear, che non rinuncia alle performance tecniche di tessuti e trattamenti, entra in una fase progettuale nuova, nella quale il concetto di lusso mette in risalto il pregio dei materiali e la funzione d’uso dei capi. Come nella pelle, caratterizzata da trattamenti artigianali che si rifanno alla grande scuola delle concerie italiane, dove la coloritura a mano è ottenuta con speciali spugnature e spazzolature.

Ricercata, la maglieria offre pesi leggeri che si alternano a strutture più complesse, intrecciando cashmere e mohair in un sensuale gioco di geometrie e colori.

La palette cromatica racconta come sempre lo speciale codice Armani, composto da sfumature consolidate, come i grigi caldi e i toni del marrone, che dal cacao ai legni pregiati si fondono in nuances intense, tipo wengé e che lentamente cedono il passo al nero assoluto.

Caratterizza la collezione la tonalità rubino. Aristocratica e preziosa percorre la collezione seguendo un iter narrativo elegante, che spicca nel guardaroba maschile raggiungendo il vertice di una piramide cromatica originale, ricca, magica.

› torna al calendario di Milano Moda Uomo – Autunno/Inverno 2013/14

Categorie: Sfilate Moda Uomo Autunno/Inverno 13/14 Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: