Cinema: molta attesa per il film diretto da Steven Spielberg “Lincoln”, che uscirà in Italia il 24 gennaio.

La storia ruota intorno agli eventi che portarono all’emanazione del tredicesimo emendamento, che, di fatto, sancì la fine della schiavitù in America.

Spielberg ha affidato il ruolo di Lincoln a Daniel Day-Lewis, l’attore per l’interpretazione ha ricevuto anche la nomination all’Oscar, al suo fianco nel ruolo della moglie Mary è stata scelta Sally Field, mentre Joseph Gordon-Levitt ha ottenuto il ruolo di Robert Lincoln.

La trama è ambientata nel 1865, Lincoln intraprese una vera e propria lotta contro il tempo per far approvare l’emendamento alla Camera prima che finisse la Guerra di secessione.

Gli eventi che ne seguirono provocarono anche un profondo conflitto interiore nel presidente, che si vedeva diviso tra due fuochi, da una parte far cessare la schiavitù dall’altra mettere fine ad un conflitto bellico che mieteva ogni giorno migliaia di vittime

. Il film ripercorre le fasi cruciali della storia da un punto di vista storico ma anche romanzato perché il regista ha tratto ispirazione da “Team of Rivals: The Political Genius of Abraham Lincoln” del premio Pulitzer Doris Kearns Goodwin, uscito nel 2005. Spielberg aveva già da diversi anni in mente di realizzare un lungometraggio sul sedicesimo presidente degli Stati Uniti e aveva scelto per la parte Day-Lewis, l’attore, però si è deciso a partecipare solo alla fine.

“Lincoln” ha già incassato 150 milioni di dollari al botteghino americano ed è tra i favoriti agli Oscar con ben dodici nomination.

Categorie: Costume e società Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: