Febbre da Oscar al ‘Nominees Luncheon’ – 150 nominati d’oro
Di Raffaella Ponzo

Mentre in Italia l’attenzione è concentrata su Sanremo, negli Stati Uniti si scaldano i motori per la lunga notte degli Oscar 2013. Ieri infatti, tutti i nominati si sono ritrovati al “Nominees Luncheon” per una prestigiosa cena di gala.

La cerimonia degli Oscar si svolgerà il 24 febbraio, ma per una sera i 150 grandi del cinema hanno potuto mettere da parte le rivalità per divertirsi.  Il parterre di stelle era strepitoso, da Steven Spielberg a Naomi Watts e Anne Hathaway.

C’era anche Quvenzhane Wallis, che con i suoi nove anni è senz’altro la  più giovane candidata della storia degli Academy Awards.
“E’ il mio giorno preferito dell’anno”, ha dichiarato Harvey Weinstein, il produttore delle migliori pellicole in gara “Django Unchained” e “Silver Linings Playbook” e prosegue “ci vediamo tutti e nessuno è in competizione”. Sicuramente fuori dalla gara sono tutti più rilassati, pronti a divertirsi e gustarsi la cena.

Il favorito Ben Affleck, il regista di “Argo”, ha dichiarato “Ho passato tante notti negli anni ’80 e 90 a guardare la cerimonia degli Oscar da casa. Sono veramente, veramente eccitato dalle nostre sette nomination.”

Gli organizzatori della cerimonia hanno anche preso al volo l’occasione per fare delle raccomandazioni, prima fra tutte quella dei due produttori Craig Zadan e Neil Meron: “”Siate brevi e memorabili”.
Foto – The Gold Knight

Categorie: Costume e società.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: