Per la sfilata di Frankie Morello, Pierfrancesco Gigliotti e Maurizio Modica portano sulla loro passerella un esercito di femmes fatales iperfemminili e misteriose.

Se la sfilata fosse una pellicola cinematografica sarebbe ambientata nella Los Angeles degli anni Cinquanta e la donna che va in passerella sarebbe un’ intrigante Black Dahlia, in equilibrio tra la metà del secolo scorso e la contemporaneità, le cui forme e volumi sono costruiti senza alcuna concessione alla fluidità e vengono interpretati da materiali sostenuti, come i tessuti tubico-matelassé in lurex oppure in lane-seta.

Fondamentale il gioco degli opposti dove i tessuti più tradizionali sono re-interpretati da capi sportivi come la felpa; mentre i capi più classici,
come la longuette, viene realizzata in tessuto tecnico.

Primo piano sugli accessori dall’appeal grafico, come le borse rigide, bidimensionali portate a mano e “Romy” un piccolo cilindro in vitello spazzolato rigido.

I colori sono Bordeaux, rossi e rosa in tutte le sue tonalità e bianco e nero con tocchi di grigio, argento, asfalto per arrivare al metallo.

› torna al calendario di Milano Moda Donna – Autunno/Inverno 2013/14

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 13/14 Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: