Clips svela la collezione per il prossimo autunno inverno 2013/14. La donna Clips è elegante, pratica e attenta allo stile.
Una donna che ama la vita, gestire il suo tempo, coltivare hobby ed interessi.

L’intera collezione è un mix perfetto di bonton, seduzione e personalità.
Le linee dei capi sono morbide, a volte destrutturate come nel caso delle ampie bluse nella tonalità blu Cina, dove l’essenzialità delle forme è equilibrata dalla presenza di scolli-gioiello, veri e proprio accessori da portare sempre con sé.  Nei cappotti predomina un gusto Anni ’60,  uno stile bonton dal quale ci si discosta appena quando i colli diventano una folta pelliccia, effetto “frangia”, e la vita diventa più ampia e meno sciancrata.

Filo conduttore che attraversa l’intera collezione, il colore. O meglio i colori.

Uno su tutti il nero, passe-partout che entra ed esce da quattro dei cinque “blocchi” cromatici in cui la collezione idealmente si suddivide, lasciando dietro di sé una scia: negli inserti tra tessuti, nelle bande bicolori, nelle fantasie.

E quindi: nero che si abbina al duo arancio-crema, nero che lasciato da solo crea un felice contrasto con la tinta color gesso, nero sovrapposto alle esotiche stampe leopardo, nero che si alterna alla calda nuance cammello e ad uno squillante fucsia. Nero, infine, assente giustificato in quella parte di collezione dominata dal regale blu Cina in coppia con il grigio ferro.

Ma protagonista è anche il pizzo che ingentilisce l’impatto delle fantasie animalier, inserendosi nel tessuto con un macramè o un prezioso chantilly francese; pizzo che esalta le note romantiche e delicate quando si sovrappone al motivo floreale nei toni tenui del beige delle giacchine retrò.

E ancora, pizzo che dona un tocco di candida seduzione quando si posa con i suoi ricami su piccole porzioni di abito che giocano con l’effetto del (falso) nudo grazie all’utilizzo di una fodera di seta color carne.

Il pizzo caratterizza anche i capi che fanno parte del blocco cromatico “blu-grigio”. Qui, in particolare, il pizzo in lurex spalmato viene utilizzato per smorzare l’effetto futuristico di un materiale tecnologico e tecnico come il neoprene di cui sono fatti top e maglie: un tocco romantico, sì, ma pur sempre moderno e glamour. Infine tanto pizzo anche nella sua “veste” più naturale, sugli scolli di lunghi abiti da sera in velluto nero, dove crea giochi di trasparenze barocche grazie ai ricami intrecciati con fili d’oro.

Categorie: Abbigliamento Donna Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: