Per il prossimo autunno inverno 2013/14 la donna A-Lab Milano gioca con le atmosfere gotiche di Metropolis, e strizza l’occhi al cinema espressionista tedesco.

La figura femminile diventa parte della scenografia quotidiana confondendosi con i colori notturni di una megalopoli vagamente cyborg.

Nella nuova collezione troviamo i tessuti tecnici, come il neoprene, che ricordano la corazza della protagonista femminile del colossal: Maria, una donna-robot.

I capispalla, ispirati allo stile biker, sono reinterpretati con tessuti tradizionali, come la lana, o tecnici come il neoprene.

Nonostante gli accenti techno, la collezione non manca di appeal femminile grazie all’uso di  crêpe e sablé di seta, morbidi jersey di lana e cachemire, viscose con fili di lurex per un effetto “stellare”. Effetto skinny per la camiceria realizzata in cotoni morbidi ed elasticizzati.

Come nello sportwear – riletto secondo i canoni estetici che contraddistinguono A-Lab Milano –  si impone con tessuti tecnici come il neoprene (stampato e non) ed il jersey di cotone accoppiato, materiali utilizzati per felpe, skinny pants e mini dress.

Estremi i contrasti cromatici dal blu elettrico ai colori fluo, abbinati a colori basici come grigio, nero, blu navy e cammello.

Per quanto riguarda i volumi, si alternano forme scultoree con silhouette a clessidra a linee più semplici e pulite, pensando ad una collezione con dimensioni più morbide.

Categorie: Abbigliamento Donna, Moda Donna Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: