Harmont & Blaine – che ha chiuso il primo semestre del 2009 con ricavi in crescita dell’ 11,5% a Euro 21,8 milioni contro i 19,5 milioni del 2008 – prosegue il percorso di espansione internazionale.
Dopo le aperture di questa primavera che hanno visto le vetrine del bassotto aprirsi ad Hong Kong presso l’ nternational Financial Center e sulla splendida banchina di Porto Banus a Marbella, venerdi 18 Settembre è stato inaugurato il nuovissimo corner sempre ad Hong Kong in Sogo Causeway Bay.
“Saremo in Cina all’inizio del mese di Ottobre – dice Giuseppe Menniti responsabile sviluppo estero – per avviare i progetti delle nuove aperture a Pechino e Shangai mentre il 15 di Ottobre inaugureremo la boutique di Istanbul”.
“Passata la tempesta, cui la nostra azienda ha resistito molto bene – continua Menniti – riprenderemo discorsi già avviati come Beirut e Il Cairo e concentreremo la nostra attenzione anche sul mercato americano”
Nel I semestre sono risultati in crescita anche i ricavi derivanti dalle royalties che hanno raggiunto quota 0,763 milioni di euro contro gli 0,497 milioni dell’anno precedente, a testimonianza che le due linee (junior e calzature) date in licenza proseguono in un trend di crescita positivo, confermato dai dati derivanti dalla campagna vendite Primavera-Estate 2010.
Harmont & Blaine è la società che produce, commercializza e distribuisce abbigliamento sportivo di classe contraddistinto dall’ormai noto marchio del bassotto. Con 150 dipendenti diretti e oltre 600 di indotto, Harmont & Blaine ha sede a Caivano, in provincia di Napoli, dove è concentrata la produzione di tutte le linee di abbigliamento e accessori. La griffe del Bassotto è diventata oggi un marchio fortemente riconosciuto in Italia e all’estero per un prodotto di elevata qualità caratterizzato dalla costante ricerca di colori, forme e materiali nuovi che rispondano alle richieste di un consumatore sempre più attento ed esigente. Oggi la rete commerciale di Harmont & Blaine conta 29 boutiques monomarca in Italia e 28 nel mondo (Stati Uniti, Mexico, Santo Domingo, Cina, Dubai, Kuwait, Egitto, Doha, Romania, Russia) e presenze significative in oltre 600 negozi di abbigliamento in tutto il mondo.

Categorie: Trade News Tag: .

Ultimo aggiornamento: il 22.09.2009