C’è un pensiero forte al centro di questa collezione: un senso di libertà che dà energia, una voglia di gioco che diventa allegria, divertimento. Perché è lo spirito di libertà delle linee, così forti e pulite, ad anticipare questa nuova eleganza di scegliere e di accostare. Questa scioltezza di movimento, messa in risalto dall’effetto grafico espresso in bianco e nero, scandito a blocchi di colore e a motivi geometrici e a righe.

Un bollo piatto, con la plasticità lucida della vernice, diventa spilla, fibbia sulla cintura, chiusura della borsetta, accentuando il gusto dei contorni netti. Ma questa precisione delle forme, sottolineata dalla giacca dai volumi fluidi – che chiude l’intera silhouette completata sempre da gonne corte – per contrasto genera un modo di “vestire senza vestire” con tale semplicità e immediatezza da arrivare all’essenza stessa dell’abito.

Lo spirito libero che domina questa collezione che non vuole essere esotica o nostalgica ma sicuramente metropolitana, si traduce in un’interpretazione insolita delle stampe: fantasie grafiche multicolor e a fiori stilizzati nei toni fucsia, rosso, corallo, arancio dei giardini italiani, delle passeggiate a mare del sud.

Colori e disegni ricorrono anche su bikini e costumi da bagno che accentuano l’allegria del vestire d’estate. Segno irrinunciabile di stagione: gli occhiali tondi, e le collane in plexi e a fascia di fili di tessuto.

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2010 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: