Essenzialità in movimento…Gambe coperte anche d’estate… ma i pantaloni sono out.

Necessità…. I legging sono immancabili. In maglia lavorata, operata, traforata, ricamata. Coprono sempre le gambe, sotto gli abiti, ma anche sotto le gonne, pur se lunghe sin quasi alla caviglia. Controbilanciano con la loro asciuttezza i volumi ricchi e mossi dei “sopra”.

Movimento. …Di strutture e costruzioni. In equilibrio tra scioltezza assoluta e strutture più ricche e complesse. La scioltezza fa pensare all’Oriente, al sari e ai mille modi di drappeggiarlo: negli abiti e nei top monospalla, nelle bluse. Le strutture possono essere rigorosamente geometriche, sfaccettate come un diamante, oppure fantasiose, mosse da petali, da pieghe riprese, da fiocchi, da balze. Sui soprabiti militareschi le maniche sono a rosa o a tamburo. Nella gonne le pieghe a petalo sono fissate sul davanti da una placca metallica. Anche il rever del trench è percorso da petali sino all’orlo. I colli sono a gorgiera. Il pull tricottato sembra solcato da corde che si attorcigliano sulle spalle.

Aplomb…. Quello militare, dei trench da dragone o degli spencer da cadetto, completi di bottoni dorati. Quello sartoriale della giacca con la baschina scostata sul dietro che crea volume.

Fluidità…. Della scansione materica. La viscosa lavata e stampata a righe optical. L’organza di seta della blusa intersecata da righe jacquard. Il sangallo “non romantico”, ovvero non intagliato a fiori, che crea volumi morbidi che cascano a uovo. Il twill di seta dell’abito a piccoli drappeggi. Le alternanze di nylon, seta lavata, piquet, di pizzo francese  creato da telai antichi.

Semplicità…. Nella cadenza cromatica. Solamente nero, oppure bianco, oppure ancora bianco/nero grafico. Con la sola eccezione dei colpi di luce delle paillettes gold che paiono scaglie di una corazza.

Eccessi…. Dei monili: le grandi collane a placca dorate, i bracciali alti una spanna, oppure sottili, ma portati in tale quantità da nascondere per intero il braccio.

Al maschile…. “Interrompono” la collezione quattro look Uomo, anch’essi in bianco o nero. Soltanto bermuda e pantaloni corti, da portare però sui legging. E poi la T-shirt tagliata al vivo, la camicia di sangallo, il trench militare.

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2010 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: