Lo stile di Giorgio Armani per la  première del film Bianca come il latte, rossa come il sangue  che è tenuta il 4 aprile a Roma.
In particolare  Filippo Scicchitano protagonista del film ha scelto di indossare un completo Emporio Armani non solo a Roma, ma anche alla conference di Milano.

Bianca come il latte, rossa come il sangue è il film diretto da Giacomo Campiotti uscito nelle sale cinematografiche italiane il quattro aprile scorso e già posizionatosi al secondo posto nella classifica dei film più visti durante il week end.

La nuova fatica cinematografica di Campiotti è tratta dall’omonimo successo letterario di Alessandro D’Avenia, giovane professore di liceo, che al suo esordio nella scrittura ha già conquistato pubblico e critica tanto che il suo libro è divenuto best seller e romanzo cult dei teenager italiani.

Bianca come il latte, rossa come il sangue racconta di Leo, un sedicenne torinese come tanti che ama la musica, il calcetto ed il motorino; Leo, che è perdutamente innamorato della giovane Beatrice, ha due grandi amici: Niko e Silvia, che per lui prova qualcosa in più che una semplice amicizia. Nella sua vita ci sono solo due colori: il bianco che è sofferenza e noia e il rosso che è il colore della passione, dell’amore e dei capelli di Beatrice.
Quando Leo decide di dichiararsi alla ragazza scopre che lei è malata di leucemia, ma non si tira indietro e decide di rimanerle accanto e far finta che nulla stia accadendo. Ma per Leo tutto sta cambiando.
Contro l’indifferenza degli adulti per il suo tormento interiore, Leo troverà conforto ed aiuto inaspettato dal giovane supplente di storia e filosofia: grazie al suo sostegno Leo affronterà il dolore e la morte, e capirà che i sogni esistono e vanno sempre inseguiti. Combattendo il dolore con la speranza, il giovane crescerà, rinascerà e la sua vita da bicolore diventerà finalmente policroma.

I primi quaranta minuti in sala trascorrono piacevolmente e allegramente, il regista infatti sembra voler indugiare sugli aspetti comici e leggeri da vera commedia; poi con la scoperta della malattia della giovane Beatrice arrivano i toni drammatici. Campiotti tuttavia riesce ad affrontare il tema della morte con una amabile leggerezza ed il film, nonostante tutto, rimane un inno alla vita e alla speranza.

Nel cast troviamo un ottimo Luca Argentero, ex gieffino ma oramai attore di professione, che è perfetto nella parte del professore impegnato. Applauso anche al giovane Filippo Scicchitano che nel ruolo di Leo conferma tutta la sua bravura, peraltro già apprezzata in Scialla!; interessanti e senza macchie anche le interpretazioni delle giovani e belle attrici Aurora Weiss (Beatrice) e Gaia Ruffino (Silvia).

Categorie: Chi veste chi Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: