Dopo il lancio del film  pubblicitario del nuovo profumo L’Eau Ambrée nelle sale cinematografiche, Prada vestirà le vetrine de La Rinascente di Milano dal 7 al 12 di Ottobre. Le immagini che faranno da scenario all’allestimento sono un estratto dallo spot girato dal fotografo Steven Meisel e montato da Gary Knight, visionario film editor di Bjork.

L’idea è quella di creare un’inaspettata e inusuale prospettiva, giocata sull’utilizzo di specchi, dove la fragranza e il film assumono un ruolo da protagonisti.  Realizzata dal team interno di Prada, questa installazione, prima nel suo genere, incarna alla perfezione l’idea di base del profumo ed esalta il dialogo ininterrotto tra cultura antica e moderna contenuto nello spot, riaffermando l’allure senza tempo propria della fragranza L’Eau Ambrée.

L’installazione de La Rinascente si inserisce all’interno di un percorso intrapreso da Prada per questo profumo. Lo spot, anticipato su Prada.com lo scorso 21 Settembre, è attualmente programmato nelle sale cinematografiche italiane e dopo La Rinascente sarà diffuso sui maggiori network televisivi.

L’Eau Ambrée è una raffinata meditazione sulla bellezza e sul desiderio, caratterizzata da un sapiente equilibrio. Interpretazione contemporanea dell’ambra nell’ambito della famiglia Prada Classic, è un profumo con una presenza armoniosa, autorevole ma mai eccessiva.
L’enigmatico film pubblicitario ritrae quattro eleganti modelle che si spruzzano giocosamente con L’Eau Ambrée mentre si contendono il posto davanti a un muro di pietra. È l’immagine della campagna in movimento – figure di un antico bassorilievo che magicamente prendono vita in una scena cinematografica sperimentale.
Il film è montato da Gary Knight, film editor che da sempre affianca l’avveniristico regista di videoclip musicali inglese Chris Cunningham, e girato dal fotografo di moda Steven Meisel, utilizzando la nuovissima telecamera digitale RED. L’approccio è leggero e gioioso, con una storia che evolve in modo spontaneo, sottraendosi all’esigenza del tradizionale storyboard.
Non c’è un significato diretto in questo intrigante tableau teatrale, solo un insieme di simboli che appartengono a una iperrealtà mitologica. Rimane una sola modella, in piedi, che attinge un ultimo spruzzo di Eau Ambrée da un flacone ingrandito, totemico come un antico simulacro, a completare questo dialogo interrotto tra cultura antica e moderna.

Categorie: Curiosità Tag: .

Ultimo aggiornamento: il 01.10.2009