Grande lutto nel mondo della musica: si è spento all’età di 72 anni la rock star Richie Havens, grande cantante afroamericano, nonché uno dei migliori chitarristi a livello mondiale.

A diffondere la notizia è stato il suo agente, che ha confermato la morte dell’artista avvenuta per attacco cardiaco, mentre si trovava nella sua abitazione del New Jersey.

Le sue prime apparizioni in pubblico avvennero nel periodo di maggior diffusione del movimento folk al Greenwich Village, quartiere di New York.

Erano i mitici anni ’60, gli anni di artisti del calibro di Bob Dylan, Carolyn Hester e Joan Baez.

Richie Havens raggiunse la sua massima notorietà nell’anno 1969, in occasione del festival di Woodstock di New York.

Primo artista a salire sul palco, con la sua musica Havens mandò il pubblico in visibilio e si cimentò in tutto il suo repertorio.

Indimenticabile è la sua interpretazione di Freedom, un adattamento personalizzato del brano Motherless Child, diventato il simbolo della beat generation.

La sua lunga carriera è stata costellata da grandi successi, ha inciso 29 dischi e gli è stato da sempre riconosciuto un sovrumano senso del ritmo.

Il suono della sua chitarra è stato costantemente sottolineato dal vigore della sua pennata, una caratteristica che ha reso Havens un musicista davvero unico nel suo genere.

Categorie: Costume e società Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: