La settima edizione di X Factor vede una nota popstar internazionale come ospite fisso. Il cantautore libanese, naturalizzato britannico, Mika è stato selezionato per diventare uno dei giudici del popolare talent show X Factor Italia.

La preferenza è caduta su Mika grazie all’ottimo rapporto che ha avuto con il programma in passato.

Nel 2007 comparve ad X Factor come ospite e di nuovo nel 2012 per ben due volte. Nell’ultima edizione, infatti, si esibì con il brano ‘‘Underwater’’ (tratto dall’album “The Origin of Love”) ed ebbe l’occasione di intervenire anche come quinto giudice. Nuovamente invitato nella seconda serata della doppia finale, fece un duetto con Chiara Galiazzo, futura vincitrice dell’edizione. Al testo di “Stardust” – titolo del brano in questione, scritto da Mika – vennero sostituite alcune strofe in italiano.

In occasione di questa nuova sfida, la popstar sta studiando italiano sin dall’inizio dell’anno. “Se lo chiede a me, le dico che con l’italiano va molto bene” dice Mika scherzando ed annuncia che sta cercando una casa e un sala d’incisione a Milano. “Scrivo già in inglese e francese, presto spero di scrivere anche in italiano” aggiunge, sperando di venire ispirato da questa nuova esperienza in Italia, dove il pubblico l’ha sempre accolto calorosamente nonostante il cantautore ritenga essere meno popolare che altrove.

Mika nasce Michael Holbrook Penniman Jr. a Beirut nel 1983, ma a causa della guerra civile libanese l’anno seguente la sua famiglia si trasferisce a Parigi.

Un nuovo spostamento lo porta a Londra all’età di nove anni. Inizia a comporre canzoni in gioventù, senza soffermarsi su un unico genere, spaziando dall’opera alla musica commerciale. Adolescente, fa un provino per partecipare ad un talent show ma, ironia della sorte, viene subito scartato.

Apre un blog di musica sul social network MySpace e viene notato da un discografo. Nel 2006 ottiene un contratto e pubblica il suo primo singolo, “Grace Kelly”: è un esordio coi fiocchi.

Attualmente sta approfondendo le sue conoscenze della cultura italiana – Sanremo, Mina, il pop-rock anni Settanta – e afferma: “Se devo giudicare dei cantanti devo farlo conoscendo la vostra lingua, le vostre tradizioni, la vostra mentalità!”

Categorie: In Televisione Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: