Abba The Museum celebra un mito lungo 40 anni . Finalmente i nostalgici degli Abba avranno un luogo di culto dove andare in pellegrinaggio e celebrare come si conviene i quattro idoli svedesi.

Gli Abba hanno attraversato un decennio di successi che li ha resi icone mondiali della musica pop,  e il museo inaugurato ieri a Stoccolma rende onore alla prima band non anglofona che fece ballare all’unisono europei, americani, inglesi, australiani, nuovi zelandesi e sudafricani: il mondo.

“Abba The Museum” è un’opera mastodontica: 5 piani di full immersion nel mondo dei favolosi quattro, duemila metri quadrati di “memorabilia” ubicati sull’isola di Djurgaarden, a est di Stoccolma, proprio nella zona dove sorgono altri musei di più nobile lignaggio.

Ma costruire un museo per celebrare gli idoli di tante generazioni, coloro che hanno venduto più di 378 milioni di dischi nel mondo e che ancora oggi – sebbene siano sciolti dal 1983 – sono capaci di incassare un paio di milioni di download all’anno, non è blasfemia, ma un doveroso tributo ad un fenomeno musicale che mai più si è ripetuto in queste proporzioni nella storia.

Il museo dedicato agli Abba è un piccolo capolavoro di tecnologia che non si limita all’esposizione delle ‘reliquie’ delle mitiche Agnetha e Frida e degli allora mariti Bjorn e Benny, ma crea anche un’esperienza interattiva tra il gruppo e il visitatore.

Si possono indossare i costumi di scena attraverso un proiettore di ologrammi, oppure duettare con la band sempre con lo stesso sistema virtuale. In una sala troneggia il telefono di “Ring Ring”, il loro album d’esordio, e il fortunato fan che si troverà a passare di lì mentre il cimelio squilla avrà la possibilità di parlare con uno degli Abba.

Un’occasione ghiotta per ogni cultore del mito degli Abba che avrà la possibilità di analizzare il fenomeno da vicino, o come il chitarrista del gruppo, Bjorn, ha spiegato: “ Il nostro museo è l’unico modo rimasto per vederci nuovamente riuniti, per vederci da vicino come mai nessuno ci aveva veduti fin’ora”.

A quarant’anni dal loro esordio e nonostante abbiamo ricevuto offerte di cifre assurde per riunirsi, gli Abba non si sono mai più esibiti in pubblico dal lontano 1983.

Categorie: Costume e società Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: