Elio e le Storie Tese fanno una pausa da Lubiam.
Un sodalizio, quello del gruppo musicale con Lubiam, che dura da tempo.

Nell’ultimo biennio, l’azienda mantovana ha instaurato un continuativo rapporto di collaborazione con il gruppo Elio e le Storie Tese, iniziato con il concerto di celebrazione del Centenario

Un sodalizio iniziato a Firenze nel 2011 e proseguito con i tour 2012-2013 sui palchi e nei teatri italiani, fino a culminare con la strepitosa esibizione a San Remo, che ha visto la mitica band trionfare su tutti i fronti facendo man bassa di premi.

La vera sorpresa è stata la decisione (spontanea e last-minute, com’è nello stile del gruppo) di indossare capi Lubiam anche alla 63esima Edizione di SANREMO Lubiam è quindi stata ancora una volta protagonista sul palcoscenico insieme a Elio e le Storie Tese: il gruppo ha infatti scelto di vestire Luigi Bianchi Mantova sia in occasione della conferenza stampa di apertura (con abiti sobri ed eleganti, sia durante l’esibizione di giovedì 14 febbraio, Terza Serata del Festival (foto di backstage in allegato), che li ha visti sfoggiare dei look sofisticati.

Nello showroom Lubiam si è tenuto un incontro “a porte chiuse” tra la band e la stampa locale, che ha intervistato i vari componenti del gruppo sia sul tour che sulla partnership con Lubiam. : non una vera e propria conferenza stampa, piuttosto un incontro informale, “tra amici”.
Ma non c’erano solo stampa e la band, presenti anche i dipendenti del gruppo.

Un sodalizio, quello con Elio e le Storie Tese, votato al successo, come spiega Giovanni Bianchi (Direttore Ufficio Stile):
«Abbiamo scelto di continuare a collaborare con Elio e le Storie Tese perché, come Lubiam, nel loro settore sono sicuramente un esempio di eccellenza: sono dei maestri, dei veri geni della musica, dei professionisti – e perfezionisti – che nel loro lavoro mettono passione e creatività, proprio come noi. Uno dei nostri maggiori punti di forza è il saper coniugare la tradizione e l’innovazione, ed Elio e la sua band incarnano perfettamente la capacità di rinnovarsi costantemente, proponendo contenuti sempre nuovi ed originali, con performance straordinarie che lasciano letteralmente il segno. I loro album, così come le nostre collezioni, sono frutto di un intenso processo di ricerca e sperimentazione. Inoltre, ogni membro del gruppo possiede una spiccata personalità, ed è un grande onore poterla esaltare facendo loro indossare i capi Luigi Bianchi Mantova».
(Credit Photo – Stefano Caporilli)

Categorie: Chi veste chi.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: