Nasce SIDECAR TEMPORARY SHOP NETWORK: Il primo circuito organizzato di temporary shop.
Attivi sul territorio già a Milano, Bologna, Firenze e Napoli.
Poco più di tre anni fa SIDECAR annunciava al mondo la nascita del TEMPORARY SHOP fornendo al marketing un nuovo strumento: una strategica formula, dinamica, interattiva e duttile, efficace sotto il profilo commerciale, di comunicazione e promozione.

Un punto vendita monomarca a tempo; un negozio con la peculiarità del countdown.
Un’idea geniale perché innovativa, moderna, lungimirante.
Una sferzata al classico mondo del retail in evidente affanno.

Oggi SIDECAR forte del successo ottenuto, potendo vantare un know-how consolidato, una clientela prestigiosa nonché la serietà del marchio è di nuovo all’avanguardia e lancia sul mercato: il primo NETWORK al mondo di TEMPORARY SHOP.

Il negozio temporaneo ha ridato vita al retail classicamente deputato solo alla vendita introducendo il moderno concetto di interattività.

Il vero Temporary Shop infatti è uno strumento di marketing e comunicazione dove l’azienda interagisce in maniera diretta con il consumatore finale testando “dal vivo” nuovi prodotti o servizi, facendo utili operazioni di branding attraverso eventi, avvicinandosi alla propria clientela e conquistandone di nuova coinvolgendola in un rapporto one-to-one, l’unico vero strumento dove si può realizzare un marketing a 360gradi.

Fino ad ora però nessun Temporary  aveva alle spalle una organizzazione strutturata attraverso la quale poter fare riferimento per più location ubicate in diverse città, potendo usufruire di interessanti economie di scala per un miglior rapporto qualità-prezzo dei servizi offerti, un unico referente per azioni promozionali itineranti, tipologie differenti di negozi, l’energia di un struttura capillarizzata, la forza di un gruppo.  

“SIDECAR TEMPORARY SHOP NETWORK” è il primo ed unico network di negozi temporanei.

Una rete di punti vendita con la caratteristica dello shop sharing che sotto l’egida del marchio che lo ha inventato offrono selezionate location in Italia e in previsione anche oltre confine.

E’ stata costituita una organizzazione ad hoc con uno strutturato Headquarter che gestisce in maniera coordinata tutte le funzioni del network: commerciali attraverso un apposito numero verde; di marketing; di pianificazione e creatività degli eventi; di promozione e RP.

Il Network si pone come obiettivo di avere una dozzina di punti vendita nelle principali città italiane nel prossimo triennio e di coprire capillarmente tutto il territorio nazionale entro cinque anni.

“L’aumento degli affiliati avverrà in modo selettivo – dichiarano i soci fondatori – con priorità ai capoluoghi di regione e mettendo i nuovi nella condizione di  rendere velocemente profittevole questa moderna attività, attraverso la fornitura di tutto il supporto tecnico e di know how. INNOVAZIONE COMMERCIALE E INTEGRAZIONE IMPRENDITORIALE, un modo veramente nuovo di porsi sul mercato: con questa visione e missione SIDECAR intende affrontare la crisi, non subendola ma addirittura lanciando una nuova sfida imprenditoriale  in un panorama commerciale attualmente dominato da un grande pessimismo. In questo modo mettiamo davvero in pratica quanto teorizzato da molti osservatori in relazione al futuro delle PMI”.

In base al Business Plan, e secondo uno scenario prudenziale, la nuova Business Unit triplicherà il fatturato nel giro di tre anni.

Da ora al 2014 in termini prettamente numerici “Sidecar Temporary Shop Network” si prefigge uno sviluppo annuale degli stores pari a : 6, 9, 13, 18, 23. Fatturato generato dagli eventi prodotti

– Anno 1: circa 600.000 euro
– Anno 2: oltre 1 milione euro
– Anno 3: circa 2 milioni euro
– Anno 4: circa 3 milioni euro
– Anno 5: oltre 4,5 milioni euro 

Senza malcelate ambizioni l’obiettivo di SIDECAR TEMPORARY SHOP NETWORK è quello di diventare non solo l’operatore leader del settore della gestione di eventi Temporary, quindi con un core business derivante dalla comunicazione ed il marketing, ma anche divenire un forte operatore commerciale e retail: la presenza di una rete di negozi ad alta visibilità e di grande immagine, unita al contatto diretto con una platea sempre più ampia di clienti,  diventerà anche un veicolo interessante per proporre al pubblico un ventaglio di prodotti innovativi: in questo senso è stata avviata una fase di scouting per individuare i potenziali partner produttivi che siano in grado di sfruttare e sostenere questa opportunità quale volano per lanciare e commercializzare la nuova linea di prodotti insieme a Sidecar.

“Senza falsa modestia – dichiara Paolo Comini titolare di SIDECAR – io sono colui che ha inventato e lanciato il Temporary Shop, quindi sarebbe meglio dire che, prima di credere in un progetto di questo tipo, ho investito in questa idea tempo e denaro.

Ciò ha permesso di formare e accrescere il mio bagaglio di conoscenze in tale ambito e di constatare quanto fosse geniale la mia idea; il Temporary Shop mi ha appassionato e coinvolto a tal punto che la creazione del Network è stata la logica conseguenza dell’esperienza accumulata negli anni. I motivi principali che mi hanno spinto ad intraprendere questa avventura sono il desiderio di espansione, avendo ormai questo format raggiunto una certa notorietà, cercando appunto di soddisfare la crescente domanda di Temporary Shop, per ora a livello nazionale, per il futuro si auspica anche a livello mondiale”.

“L’impegno in questo progetto – aggiunge Andrea Meschia co-titolare di SIDECAR – nasce dalla mia esperienza nel campo della distribuzione commerciale del settore moda. Grazie alle conoscenze maturate, ho potuto constatare quanto fosse incalzante la domanda di diversi spazi per nuove proposte e la conseguente mancanza di “vetrine” adeguate; in risposta a tutto ciò ho pensato che l’apertura di un Temporary Network fosse la soluzione adeguata per proporre al consumatore i vari prodotti in una modalità assolutamente nuova, concentrata nel tempo e nello spazio.

A seguito di un’esperienza triennale in questo settore si comincia a comprendere l’enorme portata potenziale dei Temporary Shop, dopo una sorta di obbligato rodaggio iniziale.

I miei obiettivi sono quelli di divenire leader nell’offerta integrata di servizi Temporary, sia a livello locale che nazionale, aprendo un punto vendita per ogni capoluogo di regione entro un paio di anni, così da sfruttare al meglio tutta la forza commerciale e comunicativa di questo fenomeno”.

Categorie: Trade News.

Ultimo aggiornamento: il 30.10.2009