Marzio Tamer, il pittore che da anni stupisce con il suo virtuosismo e la poetica dei suoi dipinti ,  torna a Londra con una spettacolare esposizione che si terrà presso la fiera Olympia.

L’artista si rinnova ad ogni opera, che rispecchia uno sguardo verso la natura ormai tipico e riconoscibile, che dà origine a un rito abituale fra i suoi osservatori, i quali, di fronte a un paesaggio o un evento atmosferico spettacolare, si chiedono come Tamer lo interpreterebbe.

Una gratificazione cui il pittore veneto, riservato e operoso, risponde con una produzione sempre più fresca, dove l’assidua ricerca verso un linguaggio essenziale non inquina la profondità dello sguardo.

Una pittura che radica il suo spirito nella tradizionale esigenza di raggiungere la bellezza attraverso gli strumenti dell’armonia compositiva e cromatica.

Una pittura che si colloca nel percorso di quegli artisti che propongono la loro arte supportandola con un mestiere ottenuto dall’esercizio dal vero e la paziente conquista di un mestiere.

Accanto a lui oltre a  Salamon&C, la galleria che lo rappresenta dall’inizio della sua attività, ci saranno anche altri artisti italiani:  Gianluca Corona,  Laura Zuccheri, Margherita Leoni, Lauro Neri, Ugo Riva.

Una manifestazione importante, che dal 6 al 16 giugno trasformerà Londra in un vero e proprio ombelico pulsante di creatività e del bello.

Nello stand B13, a rappresentare l’arte italiana, gli artisti legati alla galleria Salamon&C, che da sempre guarda con attenzione al mercato dell’arte nazionale ed internazionale.

Categorie: Arte Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: