Lingerie medievale: una scoperta rivela cosa indossavano le donne sotto gli abiti  

Chi pensa che il reggiseno sia comparso per la prima volta sulle pagine di Vogue nel lontano 1907 si dovrà ricredere.

Una scoperta fatta in un castello austriaco ha rivelato l’esistenza di reggiseni simili a quelli di moderna concezione, già nel 15° secolo.

E’ accaduto al castello di Lengberg, nell’est Tirolo austriaco, dove, durante alcuni lavori di restaurazione iniziati nel 2008, nell’ala sud è stata scoperta una sala perfettamente sigillata e per questo, rimasta immune al flagello del tempo che passa e deteriora le cose.

Entrare in questa sala è stato come fare un tuffo nel 15° secolo per gli storici austriaci dell’università di Innsbruck. Le suppellettili al suo interno erano ben conservate e tra soprammobili in legno, arredi e tendaggi è stato rinvenuto un baule contenente capi di biancheria intima femminile.

Preziosa lingerie in cotone in parte deteriorata, ma con ancora visibili ricami e decori, e sorprendentemente simile ai moderni reggiseni e slip. Una somiglianza talmente forte da fare dubitare gli storici circa la datazione degli indumenti, tuttavia gli esami al radio carbonio hanno confermato che tutto il corredo è originale del 15°secolo.

Un ritrovamento fortuito quanto raro; prezioso per capire meglio la storia della moda femminile nella sua quotidianità e renderci conto che la nostra moderna lingerie proviene da molto, molto lontano.
Fonte – e photo credit – Institute of Archaeology, University of Innsbruck

Categorie: Costume e società.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: