giovedì , 24 luglio 2014
Home / Costume e società / David di Donatello 2013: dal toto-scommesse al chi veste chi

David di Donatello 2013: dal toto-scommesse al chi veste chi

David di Donatello: dal toto-scommesse al chi veste chi Il cinema torna protagonista - testa a testa tra "la migliore offerta" e "Diaz".
David di Donatello 2013

Il cinema torna protagonista con i David di Donatello 2013 ed è già un vero e proprio testa a testa tra “la migliore offerta” e “Diaz”.

Ma chi vincerà l’ambito premio?
In attesa di accendere il televisore e seguire tutti i passi, oltre che rimanere stregati dai vestiti dei partecipanti, guardiamo al cinema progtagonista.

Stando a Stanleybet, l’agenzia di scommesse inglese, per questa 57esima edizione le ambite statuette, il corrispettivo italiano dell’Oscar, saranno consegnati ai vincitori questa sera dall’Ente David di Donatello dell’Accademia del Cinema Italiano .

Qualche pronostico? Per la categoria “Miglior film” i quotisti britannici prevedono un appassionante testa a testa tra quelli che sono stati i protagonisti assoluti della passata stagione cinematografica, due pellicole di un genere completamente opposto.

In testa troviamo così “La Migliore Offerta” di Giuseppe Tornatore, elegante giallo sulle relazioni umane, seguito a strettissimo giro dal ben più crudo “Diaz” di Daniele Vicari, racconto di quello che è stato definito da Amnesty International “la più grande sospensione della democrazia in Occidente dopo la Seconda Guerra Mondiale”: il massacro della scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001.

Conquista la terza posizione “Viva la Libertà” di Roberto Andò, efficace e brillante ritratto della vita politica del Belpaese,“Io e Te”, coraggioso e apprezzato ritorno alla regia del Maestro Bernardo Bertolucci.

Chance ridotte per “Educazione Siberiana”, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Nicolai Lilin targato Gabriele Salvatores.

Duro scontro anche nella categoria “Miglior Regista”: vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes 2012 per il suo “Reality”, Matteo Garrone è il favorito a seguire Vicari, poi Giuseppe Tornatore ed infine Bernardo Bertolucci

Jasmine Trinca, attualmente sulla cresta dell’onda grazie alle sue ultime – fortunatissime – performance, apre invece la categoria “Miglior Attrice Protagonista”: la sua intensa interpretazione in “Un giorno devi andare”, segue poi Tea Falco, esplosiva rivelazione di “Io e Te”.

Meno possibilità per la più navigata Margherita Buy, per la sua simpatica immersione nei panni di una donna emancipata, nell’apprezzato “Viaggio Sola” di Maria Sole Tognazzi.

Chiudono la classifica secondo le stime dei bookie inglesi Valeria Bruni Tedeschi (“Viva la Libertà”) e Federica Victoria Caiozzo (“Tutti i Santi Giorni”)

Stessi dubbi per la categoria “Miglior Attore Protagonista”: il prodigioso Toni Servillo (“Viva la Libertà”), attore teatrale prestato al cinema, spicca come favorito , ma è seguito dal grande Roberto Herlitzka (“Il Rosso e il Blu”), classe 1937.

Sappiamo che Elena Sofia Ricci vestirà Franco Ciambella, lo stilista infatti,  ha realizzato per lei due abiti essenziali in cady di seta pura dalla linea a sirena e lo scollo all’americana, che definiscono il corpo e lo scolpiscono grazie alla progettazione realizzata direttamente sul busto sartoriale. Le uniche cuciture modellano la silhouette dei vestiti facendoli aderire perfettamente al corpo.

Vestiranno, invece Giorgio Armani:
Giuseppe Tornatore – pluricandidato per il film La Migliore Offerta.
Valerio Mastrandrea – candidato come Migliore Attore Protagonista per il film Gli equilibristi e come Migliore Attore Non Protagonista per il film Viva la libertà.
Luca Marinelli - candidato come Migliore Attore Protagonista per il film Tutti i santi giorni di Paolo Virzì.
Matteo Garrone – candidato come Migliore Regista e Migliore Sceneggiatura per il film Reality.
Margherita Buy – candidata come Migliore Attrice Protagonista per il film Viaggio Sola di Maria Sole Tognazzi.

14.06.2013
Scroll To Top