La mostra-evento di ANCI “INNER TREASURES – The secret story of fashionable platform in Italy” racconta la grande tradizione calzaturiera italiana, a partire dalla “zeppa”

Sarà la prestigiosa sede del Museum of Modern Art di New York ad ospitare il 3 dicembre prossimo la mostra-evento “INNER TREASURES – The secret story of fashionable platform in Italy”, organizzata dall’Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani – ANCI in collaborazione con ICE, in occasione della manifestazione dedicata alla moda della calzatura FFANY.

Durante lo svolgimento dell’evento newyorchese, il “Lewis B and Dorothy Cullman Education and research Building” del celeberrimo MoMA ospiterà una selezione di calzature italiane legate da un unico fil rouge, il plateau, mettendo in scena una retrospettiva storica che dagli anni trenta guiderà il visitatore fino a metà degli anni settanta.

“Su un mercato strategico come quello statunitense – commenta il direttore di ANCI, Fabio Aromatici –  abbiamo voluto essere presenti con un’operazione di immagine che sapesse enfatizzare il ruolo da protagonista della calzatura italiana. Per far questo, abbiamo pensato ad una mostra-evento che, attraverso una elemento particolare, in questo caso il plateau, potesse raccontare della straordinaria tradizione calzaturiera italiana”.

I modelli storici in mostra, provenienti dai più importanti musei italiani delle calzature, sono tutti esempi della sapienza produttiva italiana che prende le mosse dai maestri calzaturieri della prima metà del secolo scorso, portatori di un talento innovatore tale da permettere la creazione di modelli capaci di essere, ancora oggi, fonte di ispirazione per i grandi brand della moda per la qualità e il design che li caratterizzano.

Di origine antichissima, poiché la zeppa fu introdotta per la prima volta dall’oriente in Italia nel XVI secolo, e passato attraverso i decenni che hanno visto mutare il suo ruolo da funzionale a decorativo, il plateau continua ad essere un elemento che stimola la creatività degli stilisti e delle griffes. E i più grandi interpreti di questa, come di tutte le più importanti “forme” della moda della calzatura, sono oggi come un tempo i produttori italiani.

“Con questa iniziativa diamo continuità al nostro impegno nell’essere presenti sul mercato USA al fianco dei nostri associati, impegno di cui un esempio recente è stata l’iniziativa “STEPPING OUT IN ITALIAN SHOES Award”, il premio assegnato nel settembre scorso dal pubblico statunitense ai cinque marchi di calzature italiani più amati negli USA – conclude Fabio Aromatici. Il consenso di cui godono il made-in-italy in generale, e la calzatura in particolare, negli Stati Uniti è un fattore sul quale intendiamo puntare, anche attraverso progetti come questo, per presidiare in modo sempre maggiore questo mercato, soprattutto in un momento di difficoltà economica come quello attuale”.

Categorie: Arte.

Ultimo aggiornamento: il 13.11.2009