Harmont & Blaine ha chiuso i primi 9 mesi del 2009 a 36 milioni di euro rispetto ai 34,5 milioni registrati nello stesso periodo del 2008.
In forte crescita i risultati operativi della società: l’Ebitda è cresciuto del 43,5% attestandosi a 11,3 milioni di euro rispetto ai precedenti 7,5 milioni, mentre l’Ebit è cresciuto del 46,6% a 10,43 milioni di euro.
La crescita dei risultati operativi del bassotto è dovuta principalmente a un piano di ottimizzazione dei costi varato dal management della società. In particolare nei nove mesi del 2009 è stata registrata una riduzione, rispetto al medesimo periodo dello stesso anno, del 7% dei consumi di materie prime e un risparmio del 2% sui costi di gestione.
In crescita anche i ricavi derivanti dalle royalties che hanno raggiunto quota 0,763 milioni di euro contro gli 0,520 milioni dell’anno precedente, a testimonianza che le due linee (junior e calzature) date in licenza proseguono in un trend di crescita positivo, confermato dai dati derivanti dalla campagna vendite Primavera-Estate 2010.
Dopo la recente inaugurazione del punto vendita di Istanbul lo scorso 24 ottobre presso la Galleria Atakoy, prosegue il piano di aperture internazionali della società che vedrà il bassotto fare il proprio ingresso entro la prossima primavera in Cina – accompagnato dal nuovo partner Fairton Hong Kong Limited – a Pechino e Shanghai, in Medio Oriente a Beirut e Il Cairo e in una seconda boutique a Istanbul presso Istinye Park.

Categorie: Trade News Tag: .

Ultimo aggiornamento: il 17.11.2009