Il marchio di calzature ed accessori Alessandro Oteri, nato nel 2005 dall’estro creativo dell’omonimo stilista, vede dalla collezione primavera estate 2010 il subentro di nuovi partner societari.
Il marchio infatti puo’ beneficiare di nuove risorse finanziarie da parte della Alessandro Oteri Srl, e dalla nuova compagina societaria formata da Galvano Landi di Chiavenna ed Emanuela Barilla.

Non un fondo di private equity per le risorse finanziarie, ma un investimento imprenditoriale in equity. La societa’ si e’ costituita lo scorso luglio con il passaggio dell’intero pacchetto azionario dallo stesso Alessandro Oteri (che resta proprietario del marchio e direttore creativo) ai nuovi soci.

Galvano Landi della Chiavenna, manager con lunga esperienza nel gruppo parmense, soprattutto focalizzata sulla divisione Le Tre Marie e’ oggi AD della societa’, spiega: “Crediamo nello stile, nella visione e creativita’ di Alessandro Oteri, il nostro intervento si focalizzera’ esclusivamente su una serie di asset per rilanciare il marchio; dalla produzione alla distribuzione”

L’azienda guarda allo sviluppo dei mercati, “L’obiettivo strategico è quello di sviluppare il marchio attraverso una crescita costante nel tempo, mantenendo il “focus” sulle calzature donna e ricercando una distribuzione molto selezionata capace di valorizzare l’esclusività e l’artigianalità dei prodotti Alessandro Oteri – ha dichiarato il nuovo Direttore Marketing Francesco Poggesi. La priorità rimane il mercato italiano che, oltre ad essere il nostro mercato principale in termini di fatturato, ci consente di rafforzare la nostra “brand awareness” nei mercati esteri. “. “A Milano nella sede storica di via Cerva, 18 hanno sede l’Atelier ed il nuovo showroom, che abbiamo appena inaugurato;  quest’ultimo oltre ad avere un ruolo commerciale, rappresenterà una importante vetrina per il resto d’Europa garantendo  una visibilità strategica al marchio”.

Nel breve periodo l’azienda prevede anche l’espansione negli Stati Uniti con l’apertura di un secondo showroom a New York per ampliare l’azione sul mercato statunitense ed un occhio sempre vigile ai mercati emergenti.
Il marchio si rivolge quindi ad un mercato internazionale ma resta fedele al principio di scostarsi dai canoni globalizzanti per riconfermare lo spirito di esclusivita’, con una distribuzione selezionata.

La direzione creativa, immagine e comunicazione e’ riservata ad Alessandro Oteri che per la primavera estate ha scelto il bianco come colore assoluto di questa nuova collezione quasi a simboleggiare oggettivandolo nelle sue calzature il nuovo impulso societario che vede coinvolto il marchio.
“Un foglio bianco… nel quale poter scrive un nuovo capitolo e come su un foglio bianco ho voluto ridisegnare i miei modelli più rappresentativi. Anche per i materiali che ho voluto usare tutti quelli che hanno accompagnato il mio percorso: dal pizzo francese lavorato direttamente senza strutture all’alligatore finemente placcato, dalla seta comasca alle concie del vitello più  morbido, senza non dimenticare paillettes e glitter per la sera.
Ovunque, sparsi, inserti preziosi di argento che esaltano ancor di piu’ forme e proporzioni, e piccoli accessori istantanei.”

Un nuovo capitolo, un foglio bianco appunto, per questo marchio che puo’ contare anche sul sostegno di Emanuela Barilla, che ha acquisito il 20% della casa di moda Alessandro Oteri Srl; una sfida in un momento difficile dal punto di vista economico ma che e’ stato affrontato dai nuovi soci non come una opportunita’ finanziaria ma con cultura aziendale ed imprenditorialita’ “Un prodotto che ben rappresenta il made in italy, che vogliamo lanciare all’estero e farlo conoscere per il suo valore artigianale, la cura del dettaglio e l’esclusivita’”

La collezione di scarpe si completa con la sapienza artigianale nelle lavorazioni e voglia di sperimentare nei materiali e forme della linea di borse di Alessandro Oteri.
Borse che rispecchiano la filosofia del marchio, dai materiali ricercati e preziosi lavorate ad arte da mani sapienti per un prodotto di assoluto prestigio.
 

Categorie: Trade News Tag: .

Ultimo aggiornamento: il 18.11.2009