Ogni occasione è buona per manifestare e per lottare per i propri ideali. E quel che è certo è che le attiviste di Femen scelgono sempre le vetrine migliori, come le sfilate di Parigi, per mettersi in mostra e per esprimere il proprio punto di vista.

Se a febbraio avevano scatenato il caos nel corso di una manifestazione promossa da Silvio Berlusconi, stavolta hanno scelto la Francia: due di loro, infatti, si sono intrufolate di soppiatto nella location di una delle tante sfilate parigine che stanno animando la fashion week della capitale francese.

Prima si sono godute lo spettacolo in silenzio, composte, poi sono salite in passerella nel momento stesso in cui la stilista Nina Ricci stava presentando con orgoglio la sua nuova collezione: stava per fare il suo ingresso la diciannovesima modella, infatti, quando le due attiviste hanno iniziato il loro show.

Si sono presentate, come da prassi, a seno nudo, con il busto ricoperto di slogan e di parole che hanno lasciato intuire immediatamente ai presenti come mai fossero lì: stavolta le Femen ce l’avevano proprio con le indossatrici di tutto il mondo, ree, a dir loro, di lasciarsi sottomettere da una moda dittatrice che non farà altro che condurle – queste le loro parole – al bordello.

Inutile dire che la sicurezza ha cercato di fare il possibile per allontanare le due ardite attiviste nel minor tempo possibile, in maniera tale da non rovinare la festa a Nina Ricci. In attesa che gli agenti raggiungessero la passerella, tra l’altro, qualche modella ha addirittura tentato di ribellarsi e di far sì che lo spettacolo riprendesse senza ulteriori intoppi: è il caso di Hollie Saker, una splendida diciottenne proveniente dal Regno Unito – che si dice sia l’erede naturale di Kate Moss – che si è messa direttamente in gioco nel tentativo di calmare le acque e di convincere le Femen, entrambe ucraine, ad andar via.

Non è stato così semplice, però. La security ha dovuto faticare, e non poco, dal momento che le due donne in topless erano veramente scatenate, quasi indemoniate, ha azzardato qualcuno. Una di loro, quanto meno stando al racconto di chi era in sala al momento dell’irruzione, era addirittura in procinto di sollevarsi la gonna e di mostrare al pubblico le sue grazie in segno di protesta.

Fortunatamente, però, la security è riuscita ad intervenire in tempo e ad evitare che la situazione, già ai limiti dell’assurdo, degenerasse ulteriormente. Una volta costrette – ma non con le buone maniere, considerato che si sono entrambe rivelate piuttosto cocciute e insistenti – a scendere dalla passerella allestita dallo staff della sfilata di Nina Ricci, le due Femen sono state identificate e poi definitivamente allontanate dalla location in cui si sta svolgendo la settimana della moda parigina.

Ma non è finita qui. Una volta calmate le acque, infatti, sono saltate fuori le prime indiscrezioni in merito a quello che era accaduto dietro le quinte: sembrerebbe che la bella Hollie Saker, trovatasi faccia a faccia con una delle contestatrici in questione, le abbia sferrato un destro direttamente sul naso. Ma non volontariamente, dice lei, bensì per sbaglio. Poche ore dopo, tuttavia, la top model ha commentato l’accaduto in un post di Twitter: ribadendo il fatto che il pugno non fosse assolutamente premeditato, e neanche voluto, ha comunque simpaticamente sdrammatizzato affermando che le sarebbe piaciuto spingere le attiviste giù dalla passerella, dal momento che avevano purtroppo finito col rovinare il suo show preferito.

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2014 Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: